Italia Rugby Internazionale

O'GARA PUNISCE L'ITALIA

Un drop di O’Gara a tre minuti dalla fine punisce l’Italia, condannandola ad una sconfitta immeritata per 11-13 contro l’Irlanda nella prima giornata dell’RBS 6 Nazioni.
Mai così vicini gli Azzurri agli uomini in verde dall’ingresso nel Torneo, esattamente undici anni fa, mai così aggressivi in difesa e pronti a muovere il pallone in attacco: non basta per conquistare la vittoria, ma è sufficiente per dare fiducia a Parisse e compagni in vista delle prossime uscite nel 6 Nazioni e per instillare dubbi nel XV in maglia verde in vista del match del prossimo 2 ottobre a Dunedin, quando le due squadre si contenderanno probabilmente il passaggio ai quarti di finale mondiali.

Ottanta minuti equilibrati, quelli giocati oggi in un Flaminio come al solito tutto esaurito. La prima frazione di gioco è scandita dai calci di Mirco Bergamasco e del numero dieci irlandese Sexton e si chiude sul 6-3 per gli uomini di Nick Mallett, che mettono in difficoltà gli avanti avversari ma non riescono a concretizzare alcune azioni offensive e perdono dopo soli dieci minuti il mediano di mischia Gori, che riporta la lussazione della spalla sinistra in un raggruppamento e rischia di veder finire anzi tempo la propria avventura nel Torneo.
Nella ripresa è l’Irlanda a prendere in mano il pallino del gioco nei primi venti minuti, con l’Italia che spreca qualche possesso e fatica ad uscire dalla propria metà campo ma difende con una incredibile aggressività: l’unica incertezza, al quarto minuto, vede O’Driscoll trovare il varco giusto e mettere a segno la meta del 6-10. Gli Azzurri rialzano la testa nell’ultimo quarto di gara, pressano a lungo gli avversari rinunciando anche a piazzare il calcio del possibile 9-10 per cercare la meta del sorpasso. Meta che arriva a cinque minuti dalla fine, con l’estremo McLean, che schiaccia vicino alla bandiera una veloce azione al largo dei trequarti italiani portando lo score sull’11-10 nell’entusiasmo del Flaminio.
Ma quando la vittoria sembra ormai a portata di mano l’Irlanda, in inferiorità numerica per il giallo a Leamy, riesce a far valere la propria grande esperienza, sfrutta un’incertezza italiana sul calcio di rinvio e crea la piattaforma per il drop di O’Gara che gela il Flaminio. Allo scadere Orquera, da poco entrato per Burton, prova a replicare con un calcio di rimbalzo dalla distanza che però si spegne a lato dei pali, dando la vittoria all’Irlanda.
Sabato prossimo l’Italia sarà ospite dell’Inghilterra a Twickenham – ieri vittoriosa a Cardiff sul Galles – nella seconda giornata del Torneo.

Roma, Stadio Flaminio – sabato 5 febbraio 2011

RBS 6 Nazioni, I giornata

ITALIA v IRLANDA 11-13 (6-3)

Marcatori: p.t. 7′ cp. Bergamasco Mi. (3-0); 27′ cp. Sexton (3-3); 41′ cp. Bergamasco Mi. (6-3); s.t. 4′ m. O’Driscoll tr. Sexton (6-10); 35′ m. McLean (11-10); 38′ drop O’Gara (11-13)

Italia: McLean; Masi, Canale, Sgarbi (29’ st. Garcia), Bergamasco Mi.; Burton (32’ st. Orquera), Gori (10’ pt. Canavosio); Parisse (cap), Zanni, Sole (10’ st. Bernabò); Geldenhuys, Dellapè (15’ st. Del Fava); Castrogiovanni Mar., Ghiraldini L. (24’ st. Ongaro), Perugini (36’ pt-1’ st., 24’ st. Lo Cicero)
All. Mallett

Irlanda: Fitzgerald; McFadden, O’Driscoll (cap), D’Arcy (36’ st. Wallace P.), Earls; Sexton (26’ st. O’Gara), O’Leary (24’ st. Reddan); O’Brien, Wallace D., Leamy; O’Connell (33’ st. Cullen), O’Callaghan; Ross, Best R. (36’ st. Cronin), Healy (36’ st. Court)
All. Kidney

Arb. Poite (Francia)
G.d.l. Garces (Francia), Changleng D. (Scozia)
TMO: Warren (Inghilterra)
Man of the match: O’Brien (Irlanda)
Calciatori: Bergamasco Mi. (Italia) 2/4; Sexton (Irlanda) 2/2
Note: 33’ st. giallo Leamy (Irlanda)

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi