Rugby Internazionale

PREVIEW IRLANDA – INGHILTERRA

Il nuovissimo Aviva Stadium di Dublino riceverà per la prima volta l’Inghilterra in un match con gli uomini di Martin Johnson a una sola vittoria dall’RBS 6 Nations Grande Slam.
Johnson era capitano di quell’Inghilterra che otto anni fa batté l’Irlanda 42-6 a Lansdowne Road che fu anche l’ultima vittoria britannica in Irlanda.
In effetti l’Irlanda è la bestia nera dell’Inghilterra con sei vittorie su sette incontri disputati da allora e con il tremendo 43-13 di quattro anni fa a Croke Park.
Per l’Inghilterra il Sei Nazioni di quest’anno è in ogni caso il migliore dal 2003, con quattro vittorie consecutive in tasca.
E il titolo è a un passo, grazie ai 42 punti di vantaggio sul Galles, l’unica avversaria rimasta in corsa.
Ma Johnson dovrà fare a meno del suo capitano Mike Tindall, infortunato, e che verrà sostituito nel ruolo di leader da Nick Easter, capitano dopo la brutta vittoria contro Samoa a novembre.
“Sarà una battaglia durissima e da vincere – dice l’altro leader inglese Jonny Wilkinson, l’unico sopravvissuto al successo del 2003.
“Abbiamo disputato il nostro miglior Sei Nazioni da anni, ma possiamo migliorare ancora molto. Nessuno di noi sottostima gli avversari e sappiamo che sarà dura uscire vincenti dall’Aviva.”
Nel frattempo l’Irlanda ancora recrimina per la sconfitta per 19-13 contro il Galles che ha cancellato ogni sogno di trionfo nel torneo.
Ma se la meta di Mike Phillips non c’era, ciò non nasconde che i tuttiverdi hanno mostrato di essere una squadra ben meno cinica e forte rispetto a quella che vinse il grande slam due anni fa.
La squadra di Declan Kidney arriva a questo finale con due brutte sconfitte a Cardiff e contro la Francia, così come due poco convincenti successi con Italia e Scozia.
E la sconfitta di Cardiff ha ucciso anche le speranze della quinta Triple Crown in otto anni, ma l’Irlanda vorrà vincere nuovamente nel nuovo stadio, dove finora sono arrivate ben tre sconfitte in cinque match.
Pochi hanno capito la scelta di Jonathan Sexton dal primo minuto, mentre Andrew Trimble farà la sua prima apparizione nel torneo proprio contro la forte Inghilterra.
“L’Inghilterra è impressionante e meritano il primo posto nel ranking tra le europee. Tutto è iniziato con l’ottimo successo con l’Australia a giugno, confermato in novembre e portato avanti fino a oggi”.

IRLANDA – INGHILTERRA

Sabato 19 marzo 2011, Aviva Stadium, Dublino, ore 18.00

Irlanda: 15 Keith Earls; 14 Tommy Bowe, 13 Brian O’Driscoll (c), 12 Gordon D’Arcy, 11 Andrew Trimble; 10 Jonathan Sexton, 9 Eoin Reddan; 8 Jamie Heaslip, 7 David Wallace, 6 Sean O’Brien; 5 Paul O’Connell, 4 Donncha O’Callaghan; 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Cian Healy. All.: Declan Kidney
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Tom Court, 18 Leo Cullen, 19 Denis Leamy, 20 Peter Stringer, 21 Ronan O’Gara, 22 Paddy Wallace.

Inghilterra: 15 Ben Foden; 14 Chris Ashton, 13 Matt Banahan, 12 Shontayne Hape, 11 Mark Cueto; 10 Toby Flood, 9 Ben Youngs; 8 Nick Easter, 7 James Haskell, 6 Tom Wood; 5 Tom Palmer, 4 Louis Deacon, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley, 1 Alex Corbisiero. All.: Martin Johnson.
A disposizione: 16 Steve Thompson, 17 Paul Doran-Jones, 18 Simon Shaw, 19 Tom Croft, 20 Danny Care, 21 Jonny Wilkinson, 22 David Strettle.

Arbitro: Bryce Lawrence (Nuova Zelanda)

Dal sito rbs6nation.com

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi