Italia Italia Top 12

Roma, spogliatoio con De Villiers e Stoumann

Scritto da Manuel Zobbio

A dispetto delle voci arrivate nel corso della settimana dall’Urbe, l’umore dello spogliatoio della Roma è di quelli migliori. A testimoniarlo è stato lo stesso Tommaso D’Apice, felice nonostante l’infortuno, l’operazione al ginocchio che lo ha tenuto fermo a lungo ed il momento della squadra. ”Non c’è da preoccuparsi. La rosa è molto competitiva e il gruppo segue compatto i nuoviallenatori Daniel de Villiers e Jaco Stoumann – attacca deciso intervistato da Alessandro Fusco – le due sconfitte, molto simili, si spiegano in maniera chiara. Nei numeri abbiamo dominato perdendo di misura, vuol dire che la squadra ha bisogno di tempo per assorbire le nuove strutture di gioco, soprattutto in attacco. La difesa risponde bene (la Rugby Roma ha la prima difesa dell’Eccellenza con soli 57 punti subiti nelle prime cinque partite, n.d.r.)”.

Inoltre, le assenze per infortunio pesano, a cominciare dalla sua : “Certo. Rinunciare a giocatori importanti come abbiamo fatto noi in una fase di assimilazione del nuovo sistema influisce. Ma la Roma non partecipa alle coppe ed è destinata a recuperare tutti i suoi migliori giocatori. Per quanto mi riguarda, dopo l’intervento in artroscopia ho lavorato duramente per il recupero e ora sono pronto”. Dopo 15 minuti nel derby del Trofeo Eccellenza vinto con la Lazio si è riaffacciato in campionato nel secondo tempo contro il Mogliano :”Sì, ancora non riesco a spiegarmi come abbiamo fatto a non segnare una meta nell’ultima mezz’ora e a non vincere una partita che era alla nostra portata. Comunque, l’articolazione risponde bene, non vedo l’ora di dare il miocontributo”.

La sconfitta di misura con Mogliano brucia, forse ancor di più di quella nel derby con la Lazio, ma non va dimenticato che i bianconeri fin qui hanno perso solo due incontri, con bonus, e ne hanno pareggiato un altro. Tre gare che per quanto visto in campo avrebbero comunque meritato di vincere, non fosse altro per la superiorità territoriale e nel possesso del pallone. Se dovesse saltare la panchina non sarà certo per questioni tecniche, tanto più ora che i romani stanno dimostrando di aver assimilato il gioco voluto dalla coppia sudafricana, quanto piuttosto per motivazioni che vanno al di la del semplice rugby. Viene però da chiedersi quali esse possano essere, visto il rapporto di estrema fiducia tra i tecnici e lo spogliatoio.

Con una maggiore precisione al piede Roma sarebbe addirittura in testa al campionato, per cui la fiducia confermata in settimana appare una scelta scontata. Non si capisce dunque che senso abbia la campagna stampa lanciata negli ambienti romani, con articoli che hanno avanzato l’ipotesi di un esonero imminente e di una sorta di sfiducia da parte dell’allenatore nel confronto di alcuni giocatori. Parole che lo stesso De Villiers giura di non avere mai pronunciato. Non ci sarebbero dunque dubbi su Nicola Leonardi, che torna titolare con il Gran Ducato, o su altri giocatori, né problemi di leadership, quanto piuttosto una cronica mancanza di cattiveria da parte di una squadra che deve imparare a concretizzare di più.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi