Italia Italia Top 12 Rumors Serie A

Rovigo senza Pizarro?

La notizia del probabile passaggio agli Aironi del centro italo-argentino Gabriel Pizarro, la cui trattativa di rinnovo a Rovigo si era arginata sulla differenza tra domanda e offerta, mostra quanto in Viale Alfieri la costruzione della squadra per la prossima stagione rappresenti un cantiere aperto, con gli scenari che cambiano giorno per giorno, in attesa di conoscere gli ultimi sviluppi sul fronte societario. La costituzione della nuova società è infatti ormai cosa certa: «Sono stati raggiunti 250.000 euro di capitale sociale e molto probabilmente diventeranno 300.000 con la partecipazione di alcuni imprenditori del Basso Polesine. È un successo che sarà motivo di grande soddisfazione e vanto». Parole di Antonio Zambelli e pubblicate oggi il Resto del Carlino. La costituzione della S.r.l. però è stata rimandata di una decina di giorni, mettendo in subbuglio giocatori e procuratori, oltre a quanti vantano ancora dei crediti nei confronti del club. Solo una volta chiarito il ruolo che avranno, se l’avranno, gli attuali dirigenti, potrà quindi esserci una scolta anche nell’allestimento della squadra a cui già da tempo sta lavorando Umberto Casellato. Per il momento dovrebbero restare oltre ai confermati Mahoney, Basson e Van Der Merwe, anche Dolcetto, Giuseppe Datola e Damiano (inizialmente sembrava però non rientrasse nei piani del tecnico) in prima linea. Via Burman, la seconda linea necessita di un giocatore da affiancare a Tumiati e Reato, mentre la situazione si fa ancora più incerta in terza linea con Anouer che potrebbe aggiungersi a Immelman ed Abadie tra i partenti. Tra i trequarti dovrebbero invece restare Pedrazzi ed i giovani Bacchetti e De Gasperi, mentre un grosso punto interrogativo è rappresentato dalla mediano argentina LegoraBustos, che la stampa locale vorrebbe in partenza per precisa scelta tecnica. L’acquisizione dello status di italiano di formazione ha poi favorito il rinnovo di Pablo Calanchini, che tornerà da Santa Fé dopo le vacanze estive, questa volta però con la famiglia al seguito così da poter essere vicino al figlio che nascerà ad ottobre, principale motivo di quello che sembrava un addio quasi certo. I punti interrogativi al momento sono comunque tanti, in primis quelli legati al rinnovo di elementi d’esperienza come Barion, Badocchi e Boccalon che potrebbero anche smettere. Il pilone vorrebbe giocare ancora un altro anno, ma non alle condizioni proposte dal club che al momento sono al ribasso rispetto al passato, anche a causa dell’abbondanza di giocatori al momento presenti sul mercato. «Nella mia agenda ci sono almeno 25 nomi – ha confessato lo stesso tecnico dei Bersaglieri – Alcuni si sono offerti al Rovigo, altri sono stati da noi contattati». Tra i nomi che circolano con insistenza quelli di Emiliano Mulieri, le cui richieste sono però considerate alte per i rossoblu, del centro Alessio Galante, del mediano di mischia Alberto Lucchese, dell’apertura Alejandro Canale e del trequarti ala Riccardo Pavan, trevigiano del Parma. Sfumato Dion Kingi, che pare vicinissimo al Petrarca Padova al pari di Steven Bortolussi – nonostante voci discordanti in arrivo da Mogliano – la grande priorità dei rossoblu sembrerebbe però essere il numero 8. «Ho un obiettivo preciso per quel ruolo e può essere una scommessa». Questo ha svelato in settimana lo stesso Casellato, aggiungendo a proposito del mercato: «Se riuscissimo a costruire quanto ho in mente ne sarei contento ed in campionato potremmo dire la nostra. Con i giocatori in rosa verranno fatte delle valutazioni economiche. Se altre squadre offrono di più, non possiamo trattenerli. Ho comunque priorità e punti fermi». Non è dato però sapere quale siano queste caratteristiche tecniche, quantomeno in base ai nomi circolanti che vanno da Scott Palmer, al colosso gallese Gavin Quinnell (138 kg per 201 cm liberato dal Viadana dopo due stationi), fino ad arrivare all’azzurrino Nicola Belardo, classe 1990 della Partenope.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi