Italia Italia Top 12

San Donà: Flynn rimane, Molitika in forse

Scritto da Manuel Zobbio

Robbie Flynn

Robbie Flynn resterà in Veneto per un’altra stagione. Maama Molitika probabilmente no, anche se non è ancora detta l’ultima parola. Sono un po’ i giocatori simbolo di questa stagione da matricola in Eccellenza per il San Donà e forse sono destinati a separarsi. Lo rivela a Rugbymercato.it il direttore sportivo del club, Alberto Marusso. <<Il nostro mercato è in attesa di sviluppi, aspettiamo che termini la stagione con la finale di Prato>>. Intanto la società ha già incassato due importanti conferme. <<Giacomo Sala e Robbie Flynn hanno rinnovato con noi>>. Il seconda/terza linea, 25 anni da compiere, è stato un titolare fisso del XV della M-Three e la sua conferma appare un tassello fondamentale per la formazione allenata da Jason Wright e Mauro Dal Sie. Flynn, 27enne centro neozelandese, è stato invece una delle rivelazioni della stagione, con ben undici mete messe a segno alla sua prima esperienza in Italia.

Chi non è ancora certo di rimanere è Maama Molitika. A quasi 39 anni, il numero otto tongano ex Cardiff Blues è stato l’uomo simbolo del San Donà ma potrebbe dover salutare il Veneto. <<Non ha ancora deciso, sta facendo delle valutazioni, ma potrebbe tornare in patria per ragioni personali>>. Ancora non definita anche la posizione di un altro straniero che ha avuto un peso rilevante nel pack sandonatese, vale a dire il lock colored sudafricano Hilton Lobberts. <<Siamo in trattativa con lui>> fa sapere il ds. Marusso spiega che l’intenzione del club è di <<ridurre la rosa perché i tempi sono quelli che sono. Cercheremo di apportare qualità. Stiamo cercando una seconda linea e una terza che sappia giocare da numero otto. Dall’emisfero sud? Non necessariamente, non ci sono preclusioni. Potrebbero anche essere italiani o europei>>.

Anche in Veneto l’attenzione è centrata su quello che accadrà nelle prossime settimane, con club a rischio iscrizione e possibile diaspora di giocatori interessanti. <<Vogliamo capire come si evolverà la situazione, faremo le nostre valutazioni attente. Va detto che ci sono ragazzi che non si rendono conto di che periodo stiamo vivendo. Certe richieste sono imbarazzanti>>. Il giudizio del direttore sportivo sulla stagione appena conclusa non è eccelso. <<Siamo contenti ma non soddisfatti. Io ritengo che avremmo potuto fare di più. Il nostro obiettivo l’anno prossimo sarà migliorarci. Bisognerà fare un campionato attento, vista la spada di Damocle delle tre retrocessioni. Penso dovremo puntare a qualcosa in più di una salvezza tranquilla, magari al sesto posto. Ci sono sempre tante variabili in gioco, ma la società e l’ambiente meritano di più>>. Anche l’anno prossimo i migliori prospetti dell’under 20 avranno la possibilità di arrivare in prima squadra. <<Tre o quattro ragazzi saliranno in prima squadra per confrontarsi con l’Eccellenza, mentre una squadra cadetta verrà iscritta alla serie C>>. (sdl)

 

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

2 Commenti

  • Ha qualche rilevanza indicare che Lobberts è “colored”??? Oltre all’inutilità ai fini dell’articolo (se altre utilittà possano esservi) dovreste sapere che il termine è spesso sentito come offensivo dai diretti interessati

    • Gentile Michele, non c’è alcuna malizia nell’aver riferito il termine colored a Lobberts, era una semplice informazione in più, utilizzata nel caso specifico perchè le seconde linee nere sono molto più rare di quelle bianche nel rugby sudafricano. Spero comprenderà che non c’è alcuna volontà offensiva in quanto scritto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi