Zebre

SCONFITTA PER GLI AIRONI A BELFAST

Come spesso accaduto nella ultime trasferte, i Montepaschi Aironi escono a testa alta da un tempio del rugby, ma non con i punti in classifica che invece avrebbero meritato. Nemmeno dopo aver subito l’uno-due iniziale dell’Ulster (12-0 al 7’), Bortolami e compagni hanno pensato che la partita fosse chiusa. Anzi, alla fine è stato proprio quel parziale iniziale a fare la differenza, in una sfida che già prima dell’intervallo gli Aironi avevano saputo riequilibrare con il piede di Bocchino e la meta di Marshall. A inizio ripresa, addirittura, Demas ha avuto la clamorosa occasione per involarsi in meta dopo aver intercettato un passaggio di Paul Marshall. Solo l’intervento in extremis di Pienaar ha salvato l’Ulster, che ha comunque continuato a soffrire la pressione degli Aironi anche per merito del gioco tattico al piede. Muller, capitano dell’Ulster, è anche stato punito con il giallo per il fallo professionale con cui ha impedito alla maul del Montepaschi di arrivare in meta. In pratica nelle uniche occasioni in cui si è affacciato nella metà campo degli Aironi nella ripresa, l’Ulster ha messo punti a referto (piazzato di Pienaar e meta di Fitzpatrick), ma fino all’ultimo pallone sono stati gli Aironi ad attaccare per trovare almeno il punto di bonus. Un giusto premio che, invece, ancora una volta il Montepaschi ha solo sfiorato.

PRIMO TEMPO
Si inizia con un lungo scambio di gioco tattico al piede con Bocchino preciso a tenere l’Ulster al limite dei propri 22. Un fallo sulla linea di metà campo, permette però agli irlandesi di trovare subito una touche ai 5 metri. Dalla rimessa laterale, la difesa del Montepaschi resiste al tentativo di maul, ma in quarta fase Tom Court riesce a sfondare e schiacciare in meta (3’). La trasformazione di Pienaar sbatte contro il palo. La partenza dell’Ulster è comunque lanciatissima e al 7’ non basta un gran placcaggio di Pratichetti su Wallace per fermare l’avanzata dei padroni di casa, che riescono a riciclare il pallone e aprire al largo per lo sprint vincente di Gilroy, che vale la seconda meta. Questa volta la trasformazione di Pienaar centra i pali per il 12-0. Pienaar mette altri tre punti sul tabellone al 14’ con un facile piazzato da posizione centrale. Ulster continua a premere ma non sfonda e passata metà tempo sono gli Aironi che provano a farsi vedere in avanti con un lungo break di Nick Williams che però non ha seguito. E’ comunque l’inizio di un buon momento per il Montepaschi, che tornano a riaffacciarsi in avanti grazie a un buon calcio di Demas che costringe D’Arcy a rifugiarsi in touche. Dalla rimessa l’attacco degli Aironi si guadagna una punizione che Bocchino trasforma per i primi punti del Montepaschi: 15-3 al 31’. Poco dopo Pienaar manda invece sull’esterno del palo una punizione centrale da oltre 30 metri. Sono invece gli Aironi ad andare di nuovo a segno, e questa volta a fare bottino pieno. E’ un’ottima azione corale multifase a permettere al Montepaschi di risalire il campo e poi mandare in meta James Marshall, che sprinta al largo e finisce a schiacciare praticamente in mezzo ai pali. Bocchino trasforma e fa 15-10 al 41’. Prima del riposo i padroni di casa hanno però un’altra grossa occasione. Il passaggio basso di Travagli costringe Demas ad annullare, ma dalla mischia ai 5 metri i padroni di casa non sfondano grazie alla difesa del Montepaschi, che conserva così lo svantaggio di 5 punti grazie alla grande reazione dopo l’affanno dei primi minuti.

SECONDO TEMPO
Parte la ripresa e dopo 2 minuti gli Aironi hanno l’opportunità di andare di nuovo in meta. Demas dentro i propri 22 intercetta il passaggio di Paul Marshall e può involarsi in campo aperto, ma a 10 metri dalla meta Pienaar con una francesina lo ferma. Un minuto dopo il calcetto a seguire di Marshall è leggermente troppo lungo per Robertson. Al 13’ il piede di Travagli e la pressione di Robertson su Gilroy regala un’altra touche ai 5 metri agli Aironi, che organizzano la maul ed entrano in area di meta ma senza schiacciare l’ovale per l’arbitro Hodges. Si torna in touche dopo il fallo della mischia irlandese, Furno porta giù il pallone a due mani, gli Aironi provano ancora ad organizzare una maul che Muller ferma di nuovo fallosamente. Il capitano dell’Ulster viene punito con il giallo (16’). Con l’uomo in più, però, gli Aironi non passano. Al contrario, un fallo di Furno in rimessa laterale consegna a Pienaar un piazzato dai 22 che l’ex Springbok trasforma per il 18-10 Ulster al 23’. Gli Aironi comunque continuano a provarci. Tebaldi, appena entrato, rinuncia ad un calcio facile per provare ad attaccare ma ancora una volta la difesa dell’Ulster ha la meglio, mentre alla mezz’ora è Spence ad anticipare Robertson prima che l’ala riesca a raggiungere il suo stesso calcetto. Al 34’ è invece l’Ulster a marcare ancora con Fitzpatrick, dopo una serie di raccogli e vai. Pienaar sbaglia ancora la trasformazione, 23-10 Ulster. Alla ripresa del gioco, il Montepaschi recupera però il pallone e ha la strada libera verso la meta, ma il passaggio di D’Apice verso Robertson è in avanti. La pressione degli Aironi continua alla ricerca del punto di bonus. Williams parte dalla base della mischia a 5 metri, ma in area di meta non riesce a schiacciare. Storia che si ripete anche sugli sviluppi della mischia successiva. Il Montepaschi si piazza a ridosso della linea di meta, guadagna ancora un paio di touche ma non riesce a completare la mole di lavoro. Succede così anche con l’ultimo pallone della partita, al decimo minuto di recupero: tante fasi, attacchi a testa bassa, poi a un metro dalla linea il pallone che cade in avanti e lascia solo il rammarico di una grande prestazione senza punti in classifica.

ULSTER – MONTEPASCHI AIRONI 23-10 (p.t. 15-10)

Ulster: D’Arcy (s.t. 7’ Danielli); Trimble, Spence, Wallace, Gilroy; Pienaar, P. Marshall (s.t. 18’ L. Marshall); Wannenburg, Faloon (s.t. 36’ Diack), Henry; Barker (s.t. 27’ McComb), Muller; Court (s.t. 38’ Cronin), Brady (s.t. 7’ Kyriacou), McAllister (s.t. 7’ Fitzpatrick). All. McLaughlin.

Montepaschi Aironi: J. Marshall; Robertson, Pavan (s.t. 36’ Pizarro), Pratichetti, Demas; Bocchino (s.t. 31’ Rubini), Travagli (s.t. 25’ Tebaldi); Williams, Krause, Sole; Bortolami, Furno (s.t. 39’ Biagi); Gamboa (s.t. 18’ Redolfini), Santamaria (s.t. 31’ D’Apice), Al. De Marchi (s.t. 18’ An. De Marchi). All. Phillips.

Marcatori: P.t. 3’ m. Court (5-0), 7’ m. Gilroy tr. Pienaar (12-0), 14’ c.p. Pienaar (15-0), 31’ c.p. Bocchino (15-3), 41’ m. J. Marshall tr. Bocchino (15-10); S.t. 23’ c.p. Pienaar (18-10), 35’ m. Fitzpatrick (23-10)

Arbitro: Hodges (Galles)

Gialli: s.t. 16’ Muller.
Calci: Pienaar 3/6 (8 punti), Bocchino 2/2 (5 punti).
Man of the match: Spence.
Punti in classifica: Ulster 4, Montepaschi Aironi 0.
Spettatori 10000 circa.

Dal sito degli Aironi.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi