PiazzaRugby

Serie A, Colorno in testa alla Pool Promozione 2. In meta Borsi, Caldon e Wachsmann

Scritto da Manuel Zobbio

Claudio Borsi in meta • Colorno vs Tarvisium • 22 febbraio 2015 Il rientrante Claudio Borsi lascia il segno segnando una meta decisiva nella sfida tra Colorno e Tarvisium, partita che conferma e rafforza le ambizioni promozione degli emiliani, che mancano comunque il bonus offensivo e si vedono così concedere un punto in classifica al CUS Verona. Scaligeri che hanno avuto vita facile con Udine, capace di reagire solo nella ripresa, chiusa con una meta del pilone Ronald Waschmann. Si conferma outsider di lusso anche il Valsugana, che coglie l’occasione e scavalca in classifica proprio il Tarvisium. Nonostante un campo ai limiti della praticabilità, all’inizio i veneti sono stati sorpresi dalla rapidità dell’ala Gerardo Miranda, cui vanno i nostri complimenti per il rendimento alla prima stagione in Serie A, ma alla fine è stata la concretezza dei padroni di casa ad emergere, con Marco Caldon decisivo ad inizio ripresa segnando la meta della vittoria.

Serie A – Pool Promozione 2: Colorno 18, CUS Verona, 16, Valsugana 12, Tarvisium 9, Brescia 1, Udine 1
Colorno – Tarvisium 20-10 (4-0)
Valsugana – Brescia 16-7 (4-0)
CUS Verona – Udine 31-32 (5-0)


HBS COLORNO V RUGGERS TARVISIUM  20 – 10 (10-7)
L’HBS centra un’altra vittoria importantissima battendo per 20 a 10 il Ruggers Tarvisium sul sintetico “P.Pavesi”. Come previsto il match inizia con l’esplorazione degli spazi da parte di Pavin che, con calci ben assestati, mette in difficoltà i padroni di casa. La touche regge bene, ma la territorialità, almeno per i primi minuti, premia i veneti. Al 9’ Pavin tenta il drop senza successo. Dopo un periodo di superiorità da parte degli ospiti al 18’ il tabellino si smuove con l’assolo di Stodart che si infila con facilità tra le maglie avversarie e schiaccia in meta. Pavin trasforma: 0 a 7. La reazione degli uomini di Mordacci è immediata e Borsi mette le cose in chiaro dopo un’azione ben gestita da Goegan, Contini e Corso. Ceresini trasforma: 7 a 7. L’HBS prende coraggio, si affaccia nella metà campo veneta e da un’azione abrasiva nasce il fallo del Tarvisium in raggruppamento: Ceresini è bravo dalla piazzola al 31’ e fa 10 a 7. Partita equilibrata con spunti interessanti da entrambe le parti. Pavin per i primi 40’ non impressiona dalla piazzola sbagliando due piazzati da posizioni non proibitive. Nella ripresa il copione non cambia, è battaglia a tutto campo e al 12’ Ceresini muove ancora il punteggio con un calcio piazzato: 13 a 7. Passano 2’ e Pavin fa 13 a 10 dalla piazzola in seguito ad un placcaggio alto. La leggera pioggerellina rende viscido l’ovale, gli avanti sono tanti, troppi e a risentirne è lo spettacolo. Il cuore va oltre gli errori e la maul da touche al 37’ funziona alla perfezione. Marco Silva segna la meta decisiva, sospinto dall’intero pacchetto e Ceresini arrotonda: 20 a 10. Gli ospiti non mollano, gli avanti avversari lavorano sodo, ma il pacchetto colornese argina l’avanzata grigionera. Si gioca anche oltre il quarantesimo, ma il punteggio non cambia.
Marcatori. Pt: 18’m Stodart tr Pavin, 21’ m Borsi tr Ceresini, 31’cp Ceresini. St: 12’ cp Ceresini, 37’ m Silva tr Ceresini

HBS Colorno: Corso (st 6’ Lauri), Magri, Castagnoli, Pace, Terzi, Ceresini, Boccarossa, Stewart, Scalvi, Rollo, Da Lisca (pt 10’ Borsi), Contini, Tripodi, M. Silva, Goegan.
All: Mordacci

Ruggers Tarvisium: Stodart, Simionato, Furlan, Sartoretto, Ceccato, Pavin, Gobbo, E. Pavanello, Martin, Lionieri, De Paola (st 21’ Franzin), M. Pavanello (st 11’ Caminati), Salandria (st 40’ Fagotto), Zottin (st 32’ Longo), Buso (st 39’ Magnorel).
All: Favaro

Arbitro: Pennè (Casalpusterlengo)
Assistenti: Gulino (MO), Tavelli (PC)
Man of the match: Flavio Tripodi


VALSUGANA PADOVA –  JUNIOR RUGBY BRESCIA 16 – 7

La quarta giornata della poule Promozione di serie A si chiude con un successo per il Valsugana Rugby Padova, che sul campo di Altichiero supera lo Junior Rugby Brescia con il risultato di 16 a 7. La vittoria consente al team biancoazzurro di scavalcare in classifica il Tarvisium e occupare la terza piazza, alle spalle di Colorno e Cus Verona.

La gara contro il Brescia si è disputata su un terreno ai limiti della praticabilità, a causa delle abbondanti piogge scese nelle ore precedenti al fischio d’inizio Campo fangoso e pallone viscido hanno condizionato pesantemente il gioco, rallentando le manovre offensive al largo, costringendo entrambe le squadre a molti punti di incontro e inducendo i giocatori a commettere fin troppi avanti.

Le prime battute sono del Valsugana, la cui difesa, tuttavia, si fa sorprendere impreparata al 5’ di gioco, quando gli avversari trovano la via della meta sulla fascia destra del campo. Prima dell’intervallo i padroni di casa accorciano le distanze con un piazzato di Favaretto e poi superano il Brescia con una meta di potenza segnata da Rigo.

Secondo tempo di marca decisamente padovana, perché i ragazzi dei tecnici Battistin e Zanato riescono a schiacciare i lombardi nella loro metà campo, raccogliendo altri otto punti, sempre con una meta non trasformata (Caldon) e un piazzato, che però non rendono pienamente ragione di tutti gli sforzi profusi in chiave offensiva.

Marcatori: pt 5’ m. Miranda tr. Mangano; pt 8’ c.p. Favaretto; pt 32’ m. Rigo n.t.; st 6’ m. Caldon n.t.; st 37’ c.p. Favaretto.

Valsugana Rugby Padova: Mamprin, Rigo, Calderan, Dell’Antonio, Frezza (st 14’ Betteto), Favaretto, Parisotto (st 30’ Memo), Grigolon, Caldon, Ramirez (st 12’ Gobbo), Scapin (st 33’ Rizzo), Girardi, Tomascu, Pivetta (st 18’ Varise), Mazzini (st 18’ Chichio). N.E.: Moldoveanu, Bottone.
All. Battistin/Zanato.

Junior Rugby Brescia: Cavalleri, Lepre, Secchi, Mangano (st 31’ Quaranta), Miranda. Squizzato, Faggiato (st 24’ Chiserchia), Jacotti (st 1’ Volpati), Reboldi, Radici (st 6’ Romano M.), Pola (st 9’ Tilola), Franzoni, Trevisani (st 24’ Armantini), Azzini, Cherubini (st 6’ Saviello).
N.E.: Romano D.
All. Pisati.

Arbitro: Rizzo.
Puniti: pt 28’ Caldon e Cavalleri (giallo).
Note: primo tempo 8-7; punti in classifica 4-1.


FRANKLIN & MARSHALL CUS VERONA – RUGBY UDINE 29-10

Vittoria importante e schiacciante per la Franklin & Marshall, che mette in cassaforte altri cinque punti e gestisce senza problemi la partita con Udine, giocata a Parona per scambio di campo con i friulani. Dopo una decina di minuti molto equilibrati, la mischia della Franklin & Marshall si impone con forza sugli avversari, e guida il gioco dei verdeblù, che si portano in vantaggio con una meta di mischia schiacciata da Ryan Neethling, e poco dopo ribadiscono con la meta di Combe in mezzo ai pali, che Michelini trasforma senza problemi. Ed è ancora lo scozzese, alla mezz’ora, a replicare con una meta nata da un grossolano errore della difesa friulana, che gli permette di rubare palla oltre la linea di meta e segnare. Il piazzato di robuschi accorcia le distanze, ma la Franklin & Marshall non si ferma, e chiude il primo tempo con una meta tecnica che regala anche il bonus mete. Più equilibrato il secondo tempo, con una meta per parte e un gioco più di gestione da parte dei verdeblù, che concedono qualcosa a Udine, ma provano anche delle soluzioni tattiche interessanti nella tre quarti.

Marcatori: PT: 10’ Meta di mischia F&M (Neethling R) (5-0), 16’ meta Combe tr. Michelini E (12-0); 30’ meta Combe (17-0); 35’ cp Robuschi (17-3); 37’ meta tecnica tr. Michelini E (24-3). St: 4’ meta di mischia F&M (Neethling R) (29-3); 33′ meta Wachmann tr. Robuschi (29-10).

Cus Verona: Combe, Mariani, Corso, Neethling M, Sandroni, Michelini E (11’ st Lorenzetto), Leso (21’ st Bellini), Pauletti (20’ st Bergamin), Paghera (1’ st Mazzi), Bergamin (25’ st Badocchi), Braghi, Olivieri (11’ st D’Antuono), Michelini A (16’ st Girelli), Neethling R(21’ st Munteanu), D’Agostino (28’ st Pasinato).
All.: Zanichelli.

Rugby Udine: Lentini, D’Anna, Flynn (21’st Gerussi), Marconato, Properzi (11’st Rigutti), Robuschi, Barella (5’ st Giallongo), Signore, Di Pietro, Macor, Amura, Dri (10’ st Wachmann), Balistreri (36’ st Cook), Corbanese (16’ st Venier), Copetti (27’ st Mezzavilla). A disposizione: Zorzetto.
All.: Fedrigo.

Arbitro: Vivarini, Rizzo e Pennè.
Note: Calci: Michelini E: tr: 2/5. Robuschi: cp: 1/1. Tr:1/1.
Cartellini Gialli: Flynn.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi