PiazzaRugby

Serie A, Colorno sempre in testa, insegue Verona

Scritto da Manuel Zobbio

Tredicesima vittoria consecutiva per il Colorno, costretto ancora a fare a meno dell’assente Claudio Borsi, che travolge anche il Valsugana Padova, sorpassato in classifica dai Ruggers Tarvisium. Trevigiani che faticano inizialmente a prendere le misure a Udine, salvo poi dilagare e mettere in discussione il risultato solo nel finale. Non ne approfitta il Brescia, formazione sempre combattiva, ma che ha potuto poco in casa del CUS Verona, che a forza di mischia si conferma la seconda forza del campionato.

SERIE A – POOL PROMOZIONE 2: HBS Colorno 14, F&M CUS Verona 11, Volteco Ruggers Tarvisium 9, Valsugana R. Padova 8, Udine 1928 1, J.Rugby Brescia 1


VOLTECO RUGGERS TARVISIUM – RUGBY UDINE 1928 31-20

Marcatori: p.t. 7’m D’Anna 0-5, 26′ cp Pavin Nicola (3-5); 30′ m Furlan (8-5); 34′ cp Pavin Nicola (11-5) s.t. 2′ m Lionieri (16-5); 15′ cp Barella (16-8); 18′ m. Gobbo (21-8); 25′ m. Lionieri tr Pavin N. (28-8); 29′ m. Bagolin (28-13);34′ m. Marconato tr Barella (28-20); 38′ cp. Pavin N. (31-20)

Volteco Tarvisium: Pavin Tommaso; Soddart; Furlan; Sartoretto; Ceccato; Pavin Nicola; Gobbo; Pavanello Enrico (35′ st Martin);Lila (23′ st Franzin; Lionieri; de Paola; Pavanello Manuele (Cap.); Fagotto; Zottin; Buso(35′ st Magnoler)
all. Favaro – Serafin

Rugby Udine 1928: Lentini (15′ st Properzi); D’Annna; Lo schiavo; Marconato; Zorzi; Flynn; Barella; Macor; Di Pietro; Montorfano, Amura (9′ st Bagolin, 30′ st Dri); Signore, Balistreri; Corbanese( 37st Venier); Copetti (37 st Monterisi)
all. Fedrigo, Teghini

Arb.: Boaretto(RO)
Cartellini: 14′ pt. Pavanello Manuele (Giallo);Copetti 14′ st (Giallo)
Man of the Match: Fagotto Giovanni (Tarvisium)
Spettatori: 450

Udine comincia bene mantenendo il possesso  e occupando stabilmente i 22 avversari. Al 7′ infatti viene premiata da una meta del numero 14 D’Anna Mattia. Purtoppo la trasformazione è troppo angolata per Barella che fallisce il calcio. Si riparte sullo 0-5 con i tuttoneri che mantengono il possesso e premono sugli avversari. Il Tarvisium soffre ma comincia a innervosirsi fino al 14′ quando il Cap. Pavanello esce per un fallo durante la strenua difesa della propia linea di meta. Udine continua a gestire la partita con un buon gioco di mischia fino al 26′ dove un calcio piazzato di Pavin smuove il punteggio a 3-5. Il Tarvisium si riorganizza segnando una meta senza trasformazione al 30′ e aggiungendo 3 punti su calcio piazzato alla fine del primo tempo. Il primo tempo si chiude quindi 11-5 per i Trevigiani. Alla ripresa una scatenata Tarvisum riprende il controllo del gioco segnando subito una meta. Udine prova a rispondere con un calcio piazzata ma ormai il possesso  palla è molto più equilibrato confronto al primo tempo. I tuttoneri non governano più il gioco e l’uscita del pilone Copetti per un fallo rompe anche l’equilibro della mischia. Al 25′ arriva la seconda meta che porta il punteggio sul 28-8 per i padroni di casa. Il Tarvisium continua a spingere per tutto il secondo tempo fino a quando, negli ultimi 10 minuti Udine  prova una controffensiva con le mete di Bagolin e Marconato e la trasformazione di Barella portando il punteggio a 28-20. Il gioco rimane equilibrato ma i Trevigiani si dimostrano più cinici approfittando di ogni errore degli udinesi. Con un calcio piazzato di Pavin il Tarvisium blocca il punteggio sul 31-20. Gli ultimi sforzi dei tuttoneri per riottenere il bonus difensivo risultano vani di fronte alla difese trevigiane.


HBS COLORNO – VALSUGANA PADOVA 54-5
Marcatori. Pt: 8’cp Pace, 10’m Castagnoli tr Pace, 22’cp Pace, 29’ m Boccarossa tr Pace. St: 4’cp Pace, 6’ m Corso, 9’ m Terzi tr Pace, 14’ m Da Lisca, 20’ m Ceresini tr Pace, 26’ m Pace tr Pace, 41’m Grigolon.

HBS Colorno: Corso, Lauri (st 20’ Magri), Castagnoli (st 11’ Padovani), Pace, Terzi, Ceresini, Boccarossa (st 16’ Bronzini), Rollo, Scalvi, Modoni (st 26’st Benchea), Da Lisca, Contini (st 26’ Pop), Tripodi (st 11’ Lanfredi), M. Silva (st 16’ Sanfelici), Goegan (st 20’ Saccò).
All: Mordacci

Valsugana Rugby Padova: Mamprin, Rigo, Calderan, Dell’Antonio (st 26’ Ferro), Betteto, Bottone, Parisotto (st 11’ Frezza), Grigolon, Ghiraldini, Ramirez, Scapin, Girardi (st 11’ Caroli), Tomascu (st 30’ Moldoveanu), Pivetta (st 20’ Paparone), Mazzini (st 14’ Varise).
All: Battistin

Arbitro: Bertelli (BS)
Assistenti: Iavarone (PG), Bevagna (PG)
Cartellini: 25’pt Scapin giallo.
Man of the match: Lorenzo Contini

Tredicesima vittoria consecutiva per l’HBS che sul sintetico “P.Pavesi” asfalta i veneti in una partita mai stata in discussione. Nei primi minuti del match i veneti tentano di imporre il loro gioco con folate al largo che gli uomini di Mordacci arginano con un buon approccio difensivo a scalare. Appena i biancorossi si affacciano nella metà campo avversaria arriva un calcio di punizione che Pace trasforma: 3 a 0. Passano 2’ e il tabellino è da aggiornare: guizzo di Corso, sostegno impeccabile di Castagnoli che vola in mezzo ai pali. Pace trasforma. 10 a 0. Gran lavoro della mischia colornese al 22’che guadagna un piazzato all’altezza dei ventidue, Pace è impeccabile dalla piazzola, 13 a 0. Al 29’ Boccarossa sorprende tutti incanalandosi dalla chiusa in seguito ad una mischia ordinata portando altra legna in cascina, Pace è perfetto: 20 a 0. La ripresa si apre con un altro calcio guadagnato da mischia ordinata, la posizione non è delle più difficili e Pace non spreca: 23 a 0. Applausi a scena aperta per Corso al 5’ che porta a spasso l’intera retroguardia biancoceleste e sigla oltre la linea per il 28 a 0. Felice intuizione di Ceresini all’8’ che recupera palla in difesa, galoppa per 70 metri e cede l’ovale a Terzi all’ultimo metro. È la meta del bonus e Pace trasforma. Non c’è tempo nemmeno per fare il tifo che Da Lisca segna un’altra meta sfondando la difesa piazzata sulla linea: 40 a 0. L’acceleratore è ormai pigiato al massimo: ovale mosso al largo e meta di Ceresini, trasforma Pace: 47 a 0. L’HBS dilaga e Pace vola in meta trovando una falla nell’ormai arresa retroguardia ospite, dalla piazzola trasforma: 54 a 0. Chiude l’incontro la meta di Grigolon.


Franklin & Marshall CUS VERONA – Junior RUGBY BRESCIA 20-3

Marcatori: pt: 12 meta Combe (5-0); cp Ciserchia (5-3); 40’ meta Leso (10-3). St: 13’ meta di mischia F&M (Neethling R) (15-3); 45’ meta di mischia F&M (D’Antuono)(20-3).

Franklin & Marshall: Combe, Mariani, Corso, Neethling M, Lorenzetto (34’ Sandroni), Michelini E, Leso (35’ st Bellini), Pauletti, Bergamin, Mazzi (25’ st Olivieri), Braghi, Liboni (19’ st D’Antuono), Girelli (15’ st Munteanu), Neethling R, D’Agostino.
A disposizione: Pasinato, Mutascio, Guida. All.: Zanichelli.

Junior Rugby Brescia: Miranda (25’ pt Faggiano), Lo Bartolo (11’ Maffi), Secchi Villa, Mangano, Lepre, Squizzato, Ciserchia, Jacotti, Reboldi (37’ Romano M), Radici (34’ st Tilota), Pola, Franzoni (37’ Fierro), Trevisani (34’ st Baruffi), Azzini (38’ st Romano D), Saviello (15’st Cherubini). All.: Pisati

Note: gialli: Bergamin, Lo Bartolo, Secchi Villa. Calci: Michelini: tr. 0/4. Ciserchia: cp 1/1. Punti in classifica: Verona 5, Brescia 0.

Vittoria importante, e cinque punti ancora più importanti per la Franklin & Marshall, che in casa conferma di essere padrona del suo gioco e colleziona un altro risultato decisivo contro un Brescia sempre ostico, venuto a  Verona con l’evidente scopo di difendersi con tutte le proprie forze. La partita comincia subito nel segno dei Verdeblù, che vanno in meta con Combe sulla bandierina. Risponde alcuni minuti dopo l’unica segnatura dei bresciani, un calcio piazzato in mezzo ai pali che riapre la partita, comunque in mano ai verdeblù. La Franklin & Marshall infatti non smette mai di attaccare, costruendo moltissime occasioni e restando sempre ben piantati entro la linea dei 22 avversaria. Finalmente, un guizzo di Leso che partendo da una rolling maul riesce a seminare i difensori bresciani e a schiacciare in meta, regala a padroni di casa, allo scadere del primo tempo, la giusta meta che distanzia nuovamente gli avversari.

Il secondo tempo apre con la controffensiva del Brescia, ma dopo pochi minuti la Franklin & Marshall riprende in mano le redini del gioco e spinge furiosamente contro la difesa bresciana, imponendosi con la mischia che dopo circa un quarto d’ora di gioco crea i presupposti per la terza meta verdeblù. A quel punto, i veronesi giocano per conquistare la quarta meta che vale il bonus, e spingono con insistenza, provando a bucare la difesa bresciana sia grazie al lavoro delle ali che a quello della mischia. La sospirata meta che vale cinque punti arriva all’ultimo minuto, schiacciata a terra da D’Antuono.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi