PiazzaRugby

Serie A g.1, Agniel re del derby ligure. Nuova meta per Aspeling

Scritto da Manuel Zobbio
Bastien Agniel | stella del Pro Recco RugbyUn coriaceo ma acerbo CUS Genova nulla ha potuto contro la maggior esperienza nella categoria e la qualità e forza del gioco del Recco, che si sono aggiudicati il derby con il punteggio di 36-6, realizzando cinque mete. «Oggi sono davvero orgoglioso di essere il capitano di questa squadra – sorride soddisfatto Bast Agniel perché abbiamo giocato una bella partita e fatto vedere che quando giochiamo con carattere e abbiamo la palla in mano il nostro gioco è di grande qualità. In apertura di questo campionato abbiamo faticato molto nelle fasi di conquista del pallone e voglio pensare che la partita di oggi segni l’inizio vero del nostro torneo». Pur commettendo ancora qualche fallo di troppo e nonostante alcune imprecisioni in touche, Matteo Orlandi e compagni hanno dominato gli avversari in mischia chiusa – grande prova dei piloni Mirko Rapone e Giuseppe Cafaro– e in maul e li ha messi in difficoltà con un gioco aperto veloce ed efficace. Da questa combinazione sono nate cinque mete, tutte di pregevole fattura, completate da quattro trasformazioni e da un calcio di punizione di Agniel. A segno per i biancocelesti sono andati Vallarino e Cacciagrano su azione di rolling maul (rispettivamente al 3′ del primo tempo e al 26′ del secondo), Neri in veloce contropiede (27′ primo tempo), Agniel su un bello spunto personale dopo una mischia avanzante (al 39′ del primo tempo) e Giorgi, in una inedita marcatura da ala su calcetto di Becerra (37’secondo tempo). I punti del CUS Genova sono stati segnati dall’apertura Cipriani su calci di punizione.
Dopo aver messo in difficoltà Reggio, il CUS Ad Maiora Rugby 1951 torna in campo con un successo di misura sul Piacenza. Il risultato non deve però ingannare, perché i ragazzi di coach Andre Bester costringono i biancorossi per qualsiasi tutta la partita nella loro metà campo e vengono punti da calci da distanze siderali e da un errore che propizia la meta piacentina.
L’Ad Maiora parte in attacco e subito al 3′ conquista una punizione, che Reeves calcia fra i pali (0-3). I biancorossi replicano con la stessa moneta e al 4′ Sorin Frangulea pareggia (3-3). L’Ad Maiora fa male con i trequarti e al 6′ Murgia è bravo a finalizzare una bellissima azione alla mano e a riportare avanti i suoi (3-8). Insistono gli universitari e il Piacenza si affida solo ai piedi di Frangulea e di Della Ragione, che dalla piazzola vanno a segno quasi da metà campo e da posizione defilata e firmano il sorpasso (9-8). Gli ospiti continuano a spingere sull’acceleratore e al largo non perdonano.  Al 33′ la palla passa di mano in mano e alla fine Aspeling s’infila in velocità e va a schiacciare oltre la linea. Reeves è preciso per il 9-15. Prima del riposo arriva ancora un calcio di Frangulea (12-15).
Nella seconda frazione si procede sulla stessa falsariga, con i torinesi che rinunciano ai punti d’incontro per muovere il pallone. Sugli sviluppi di una touche i biancoblù spingono con la maul e quando l’ovale esce tocca a Ursache sfondare in meta al 4′. Il piede di Reeves sigla il 12-22. Il Piacenza falloso subisce il cartellino giallo a Berzieri e poco dopo anche il cussino Montaldo si prende l’ammonizione. Oltre la mezz’ora l’unico guizzo degli emiliani nasce da un placcaggio mancato, che consente a Barani di andare via, saltare un tentativo di tackle e depositare in meta, con la successiva trasformazione del solito Frangulea (19-22).
Nel frattempo la sfida al vertice tra Lyons e Reggio si è conclusa in favore dei piacentini. Reggio paga una gara imprecisa ma lottata fino all’ultimo minuto. Sono stati proprio i piacentini a imporre il proprio stile di gioco basato sulla mischia ai padroni di casa mai entrati davvero in partita nonostante l’inizio in assoluta parità.
La sfida al vertice inizia ad armi pari con un andamento speculare: ai primi tre punti arrivati al 2’ con Garulli su calcio piazzato seguono tre punti conquistati al 5’ da Mortali e Lo stesso accade quando Garulli decide con coraggio di calciare da 45 metri e Mortali replica al 14’ con un altro calcio ben piazzato. Quando dopo gli altri tre punti del Diavolo Cecchino al ’17 ne arrivano altrettanti al 23’ con il solito Mortali. Parità assoluta, 9-9.  Il giallo dato a Rimpelli, che lascia così il Rugby Reggio con un uomo in meno, cambia il ritmo di gioco e arrivano due calci piazzati di Mortali che portano i Lyons al +6 che chiude il primo tempo. Il secondo inizia in sofferenza con calcio piazzato subito al 3’ e la forbice si allarga a fino a +9. La meta del ’50 di Missaglia poi trasformata da Mortali (9-25) non abbatte però gli animi e anzi, chiama la meta di mischia del Rugby Reggio firmata di Florian al ‘59, la seconda in tre giornate, trasformata da Bricoli (16-25). Al 68’ è un Pasini in fuga a segnare una meta pesante a cui segue quella definitiva del 79’ di Mortali che scrive la parola fine a una battaglia senza esclusione di colpi.
Serie A – Girone 1 – III giornata – 19.10.2014 – ore 15.30
Pro Recco v CUS Genova, 36 – 6 (5-0)
Piacenza Rugby Club  v CUS Torino,  19 – 22  (1-4)
Rugby Reggio  v  Rugby Lyons Piacenza,  16 – 39  (0-5)
AIRCOM PRO RECCO – CUS GENOVA RUGBY 36-6 (p.t. 19-6)
Marcatori: p.t.: 3′ meta Vallarino (5-0), 12′ cp Cipriani (5-3), 25′ cp Cipriani (5-6), 27′ meta Neri tr Agniel (12-6), 39′ meta Agniel tr Agniel (19-6). S.t.: 10′ cp Agniel (22-6), 26′ meta Cacciagrano tr Agniel (29-6), 37′ meta Giorgi tr Agniel (36-6).
RECCO: Gonzalez, D’Agostini, Becerra, Tassara (24′ st Torchia), Neri (24′ st Cinquemani), Agniel, Villagra (39′ st Tagliavini), Cacciagrano (28′ st Rosa), Giorgi, Orlandi (10′ st Salsi), Metaliaj (27′ st Maggi), Vallarino, Rapone, Noto (38′ st Bedocchi), Cafaro (10′ st Tenga). Allenatore: Villagra-Ceppolino
CUS GENOVA: Sandri, Salerno, Castle (5′ st Serpico), Alberghini, Cadeddu (1′ st Garaventa), Cipriani, Gregorio (30′ st Borzone), Bertirotti, Barry (6′ st Imperiale), Maccari, Dell’Anno, Fisiihai (30′ st Del Terra), Avignone, Pallaro, Cattaneo (20′ st D’Amico). A disposizione: Casaleggio, Riccobono. Allenatore: Borzone
Arbitro: Bertelli
Cartellini: 16′ pt giallo Sandri
Calciatori: Agniel 5/6 (1/1 cp, 4/5 trasf), Cipriani 2/2 (2/2 cp).
PIACENZA RUGBY – CUS TORINO 19-22
Marcatori: 3′ cp Reeves (0-3); 4′ cp S.Frangulea (3-3); 6′ meta Perju (3-8); 22′ cp Della Ragione (6-8); 29′ cp S.Frangulea (9-8); 33′ meta Aspeling tr Reeves (9-15); 40′ cp S.Frangulea (12-15); 44′ meta Malvagna tr Reeves (12-22); 71′ meta Barani tr S.Frangulea (19-22).
PIACENZA RUGBY: S.Frangulea; Barani, Della Ragione, Franchi, Forte (Ilinca dal 7′ al 22′ e dal 79′); Antl, F.Frangulea (69′ Muzzin); Stead, Del Nevo, Forestelli (79′ Baccalini); Bonatti, Sola (41′ Rancati); Barzan (41′ Quaranta), Berzieri (73′ Casali), A. Alberti(41′ Battini). In panchina: E. Sartori. All.Pagani, Barillà.
CUS TORINO: Bracco (52′ Bombonati); Perju (69′ Musso), Civita, Aspeling, Murgia; Reeves, Jaluf; Ursache, Merlino, Carbone (52′ Pellegrini); Malvagna, Bandieri (41′ S. Lo Greco); Modonutto (75′ Racca), Lo Faro (75′ Martina), Montaldo. In panchina: Dell’Anna, C. Lo Greco. All. Bester.
Arbitro Piran di Padova.
Note – Espulsioni temporanee: 12′ Forestelli; 50′ Berzieri; 58′ Montaldo.
REGGIO RUGBY – SITAV LYONS PIACENZA  16 – 39 (p.t. 9 – 15 )     
Marcatori:  p.t. 2’  cp. Garulli ( Reggio ) ( 3 – 0 ) , 5’ cp. Mortali ( Lyons ) ( 3 – 3 ) ,  12’ cp. Garulli ( Reggio ) ( 6 – 3 ) , 14’ cp. Mortali ( Lyons ) ( 6 – 6 ) , 17’ cp. Garulli ( Reggio )  ( 9 – 6 ) , 23’ cp. Mortali ( Lyons ) ( 9 – 9 ) , 27’ cp. Mortali ( Lyons ) ( 9 – 12 ) , 36’ cp. Mortali  ( Lyons ) ( 9 – 15 ) ; s.t. 43’ cp. Mortali ( Lyons ) ( 9 – 18 ) , 50’ meta Missaglia ( Lyons ) tr. Mortali ( 9 – 25 ) , 59’ meta Cazenave ( Reggio ) tr. Bricoli ( 16 – 25 ) , 68’ meta Pasini ( Lyons ) tr. Mortali ( 16 – 32 ) , 78’ meta Mortali ( Lyons ) tr. Mortali ( 16 – 39 )
REGGIO RUGBY: Garulli ( 48’ Masini ) , Caminati , Daupi , Carbone ( 72’ Fontanesi ) , Beltrami ; Bricoli , Cazenave ; Mannato Rimpelli ( 48’ Vaki ) , Dell’Acqua ; Mandelli , Scalvi , Rizzelli ( 65’ Lanzano ) , Gatti ( Goti ) , Goti ( 38’ Fiume )
a disposizione : Bergonzini , Lanzano , Fiume , Maccagnani , Vaki , Fontanesi , Masini , Caselli. Allenatore : Roberto Mandelli
SITAV LYONS PIACENZA: Rossi , Albertin ( 65’ Pasini ) , Bassi , Missaglia , Amadasi ; Mortali , Colpani ( 57’ Cammi ) ; Larsen , Bance ( 52’ Benelli ) , Bosoni ; Fornari ( 72’ Vitiello ) , Baracchi ; Staibano ( 52’ Paoletti ) , Silvestri , Singh ( 52’ Ferri ). A disposizione: Paoletti , Ferri , Vitiello , Benelli , Cammi , Gherardi , Pasini , Petrusic. Allenatore: Kelly Rolleston
Arbitro :   Nobile ( Roma )
G.d.l :   Mezzetti ( Parma ) , Gobbi ( Piacenza )
Cartellini : 26’ giallo Rimpelli ( Reggio ) , 55’ giallo Paoletti ( Lyons Piacenza )
Calciatori : Garulli ( Reggio ) cp. 3 / 5 , Bricoli ( Reggio ) tr. 1 / 1 , Mortali cp. 6 / 7 , tr. 3 / 3
Note :   bel tempo e temperatura primaverile , terreno in buone condizioni , spettatori 650 circa con folta rappresentanza piacentina
Punti conquistati in classifica:  Rugby Reggio  0,  Sitav Lyons Piacenza 4
Classifica: Lyons Piacenza punti 11; Recco e Reggio punti 8; Piacenza e Cus Torino punti 5; Cus Genova punti 0.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi