PiazzaRugby

Serie A salvezza, le mete dei soliti Mieres ed Ymaz 'promuovono' il Valpo

Scritto da Manuel Zobbio

Gaston Mieres • estremo/piazzatore del Valpolicella e dell'UruguaySolita meta di Juan Ymaz ed ennesima prestazione maiuscola dell’internazionale uruguagio Gaston Mieres, ottimo anche al piede… ormai la ricetta la conosciamo, ma complice la sconfitta del Lumezzane, il Valpolicella può festeggiare la salvezza a tre giornate dal termine del campionato.

Per fare lo stesso i bresciani dovranno imporsi a Milano e sfatare la maledizione del “Giuriati”, dove i valgobbini non si sono mai imposti. ASR che cerca invece punti salvezza ed ha vissuto la partita di Vicenza come un’occasione persa. Per Cesare Berton, Patrick O’Brien e compagni invece i 4 punti pesantissimi.

Proprio su Milano fanno la corsa Rubano e Badia, in un tentativo disperato di salvarsi dopo una stagione ben al di sotto delle aspettative. Se i Polesani hanno venduto cara la pelle, strappando ben due punti di bonus (la squadra sembra aver trovato il suo assetto con la coppia Faasen-Fratini in mediana, un lusso per la categoria), meglio ancora è andato ad un Rubano combattivo e superiore in mischia. Protagonista assoluto di giornata il pilone petrarchino Filippo Giuriatti, 22 anni e un gran fisico per l’ex Azzurrino Under 19, che a Rubano è finalmente sbocciato.

Pool 2 Salvezza: Santamargherita Valpolicella Rugby 1974 27, Patarò Lumezzane 25, Rangers Rugby Vicenza 20, ASD Rugby Milano 14, Rugby Rubano 10, Amatori Rugby Badia 9.


 
PATARò LUMEZZANE VS RUGBY RUBANO 22-23
Marcatori: Pt: 7′ c.p. Faralle, 11′ c.p. Mercanzin, 20′ m Giuriatti tr. Mercanzin, 26′ c.p. Faralle, 36′ c.p. Mercanzin, 37′ m Cittadini tr. Faralle; St: 4′ m Giuriatti tr Mercanzin, 14′ c.p. Mercanzin, 18′ c.p. Faralle, 30′ c.p. Faralle, 33′ c.p. Faralle.
LUMEZZANE: Piscitelli; Zaffino, Gabba (19′ st D. Costantini), Locatelli, R.Costantini (2′ st Masgoutiere), Faralle, Cittadini; Bellandi, Pagani, Scotuzzi; Cuello (6′ st Rizzotto), Montini (12′ st Bugatti); Fazzari (10′ st Piciaccia), Cairo (10′ st Vitrani), Aluigi.
A disposizione: Magli, Ghizzardi.
Allenatore: Michael Gosling.
RUBANO: Lazzari; Boaretto, Casalini, Ercolino, Gaffo, Mercanzin, Prati (15′ st Pavan); Sabbion (18′ st Rossetto), Cucchio, Palandrani; Mainardi, Viel; Canova (23′ st Bortoletti), Marchetto, Giuriatti (9′ st Varotto).
A disposizione: Vettore, Borsetto, Marcato.
Allenatore: Andrea Zulian
Arbitro: Russo
Note: spettatori: 100; fine pt: 13-13
Al “Rossaghe” festeggia il Rubano. Il Quindici di Padova impressiona per la caparbietà e la volontà, qualità che gli hanno consentito di passare, per 23-22,  e rimanere aggrappati al treno salvezza. A rimandare i brindisi è il Patarò Lumezzane. Il punto di bonus difensivo incamerato dai valgobbini non basta per  festeggiare lo scampato pericolo di retrocessione. La prima  sconfitta del 2015 costa anche la perdita della leadership del secondo girone salvezza della serie A.
Sulla carta doveva trattarsi di un testa coda (alla vigilia del match i valgobbini erano in posizione di comando, i padovani in coda) e di una partita non eccessivamente insidiosa per i rossoblù. Il campo ha, però, smentito le gerarchie dettate dalla classifica. A pilotare l’incontro sono sempre stati gli ospiti, che sono riusciti a imporre la propria strategia di gioco, rallentando l’uscita dell’ovale e costringendo i padroni di casa ad una partita di trincea. Fin dal fischio d’inizio sono, infatti, i padovani a monopolizzare l’ovale e a conquistare il territorio nemico. Una predominanza che si è tradotta nelle due mete realizzate, entrambe segnate  dal pilone Giuriatti e trasformate da Mercanzin, il quale ha infilato anche tre calci di punizione. Una sola segnatura per i rossoblù, siglata dal mediano di mischia Matteo Cittadini e trasformata da Faralle. Dai piedi dell’apertura dei rossoblù, che ha realizzato ben 17 punti,  è passata anche l’ultima chance di vittoria del Lumezzane. A tre minuti dal triplice fischio, il calcio piazzato ottenuto dai valgobbini avrebbe potuto regalare la vittoria ma, da posizione angolata, Faralle non ha trovato i pali.
In una domenica storta per il pack, che non è riuscito a sfruttare le debolezze degli avversari in mischia chiusa e ha pasticciato parecchio in touche, neanche i trequarti sono riusciti a fare la differenza. Il merito è soprattutto del Rubano che non ha lasciato molti varchi aperti  alla cavalleria di casa.
Tra le fila dei rossoblù è forse mancata un po’ di determinazione, come spiega coach Gosling: «I ragazzi sono entrati in campo un po’ troppo rilassati, pensando che fosse una partita facile, ma  bisogna dimostrarlo in campo di essere i più forti. Mi aspettavo di più. Non siamo stati efficaci quando abbiamo giocato nella  metà campo avversaria e abbiamo sbagliato alcune scelte. In mischia non siamo sempre riusciti a fare la differenza e in rimessa laterale abbiamo perso parecchi palloni».


 
RANGERS RUGBY VICENZA VS. ASD RUGBY MILANO 10-3 (10-3)
Marcatori: p.t. 15’ c.p. Lazcano (0-3), 18′ c.p. Pinna (3-3), 30′ m. Stanica t. Pinna (10-3).
RANGERS RUGBY VICENZA: Doglioli (Cap.),Savio, Gastaldo, Tonello, Pinna, Billot (32′ s.t Masi), O’ Brien, Santinello, Stanica (7′ s.t. Peron), Nicoli, Berton, Furegon, Barbat0 (16′ s.t. Dal Martello), Pogni (1′ s.t. Caporello).
A disposizione: Pelizzari, Meneguzzo, Lucchin, Messina.
All. Coppo.
ASD RUGBY MILANO: Tolotti, Fusi, Conti (1′ s.t. Bonari), Capponi (12′ s.t. Pegoraro), Ragusi, Lazcano, Morisi, Stead, Ferrari M., Tranquillini, Cipolla, Ceruti, Ferrari S., Corbetta (1′ s.t. Giucastro), Ferrari N.
A disposizione: Ippolito, Quercioli, Cappellano, Cambiaghi.
All. Cozzaglio.
Arbitro: Angelucci.
G.d.l.: Giacomini, Giovannelli.-.
Man of the Match: Furegon (Rangers Rugby Vicenza).
Calciatori: Pinna(Rangers Rugby Vicenza) 2/3; Lazcano (ASD Rugby Milano) 1/4.
Note: Tempo Sereno, campo in ottime condizioni. Stadio Comunale 450 Spettatori
Punti conquistati in classifica: Rangers Rugby Vicenza 4; ASD Rugby Milano 1.
Classifica Aggregata: Rangers Rugby Vicenza 20; ASD Rugby Milano 14.

Una meta nel primo tempo, una grande difesa nella ripresa. Non servono troppe parole per raccontare la vittoria dei Rangers contro Milano, un successo che ormai vale più di un piede dentro la serie A e la conferma del terzo posto in classifica. Poco spettacolo e tanta stanchezza da ‘fine stagione’ sul terreno di gioco della BpV Arena: i primi a passare sono gli ospiti che al 15’ si portano avanti con un calcio piazzato, Pinna restituisce il favore tre minuti più tardi e riporta la gara in parità sul 3-3. Al 30’ il XV di Coppo trova la meta che spezza l’equilibrio: touche per i biancorossi a pochi metri dalla linea di meta avversaria e carretto vincente targato Stanica. Pinna non fallisce l’addizionale e fissa il risultato sul 10-3, rimarrà l’ultima nota di cronaca fino al termine della partita. Milano prova a reagire e fino all’ottantesimo cerca la meta dell’aggancio, ma sbaglia tanto dalla piazzola e in touche. La difesa dei Ranger fa il resto, sale in cattedra e blocca sul nascere ogni tentativo di attacco degli ospiti.


 
SANTAMARGHERITA VALPOLICELLA RUGBY 1974 vs AMATORI RUGBY BADIA 31–26 (pt 26-7)
Marcatori: Primo tempo: 5’ meta Ferro M. tr. Fratini (Badia) – 8’ meta Saccomani tr. Mieres (Valpo) – 20’ meta Ymaz tr. Mieres (Valpo) – 25’ meta Mieres nt (Valpo) – 40’ meta Filippini Matteo tr. Mieres (Valpo). Secondo tempo: 2’ meta Ferro A. tr. Fratini (Badia) – 7’ meta Ferraro nt (Valpo) – 15’ meta Faasen tr. Fratini (Badia) – 37’ meta Giolo nt (Badia)
SANTAMARGHERITA VALPOLICELLA RUGBY 1974 asd: Mieres, Saccomani, Venturini, Franceschini (70’ Baldi), Pacchera, Damoli (45’ Ambrosi), Musso (75’ Zardini), Filippini, Ymaz, Plano Canova (45’ Righetti), Nicolis, Filippini Matteo (40’ Simoncelli), Momi (72’ Persi), Ferraro (50’ Savoia), Ferrari (80’ Gasparini)
Allenatore: Alessandro Zanella
AMATORI RUGBY BADIA: Giolo, Braghin, Arduin (41’ Brogiato), Ferro, Canato (38’ Zulato), Fratini, Faasen (72’ Davin), Michelotto, Cecchetti, Chimera, Lupato (41’ Ferro A.), Ghirotti, Bordonaro, Zorzetto, Colombo (41 Tellarini – 40’ Bellettato)
A disposizione: Bressello, Badocchi
Allenatore: Roberto Pedrazzi
Arbitro: Piran di Padova
Giudici di linea:Crivellini e Petaccia di Udine
Cartellini gialli: 30’Bordonaro (Badia) – 72’ Momi (Valpolicella)
Note: giornata di sole, temperatura gradevole, terreno in buone condizioni; spettatori 400 ca.
Punti in classifica: Santamargherita Valpolicella Rugby 1974 5 Amatori Rugby Badia 2

La partita contro i polesani è a due volti. Nel primo tempo, dopo la meta ospite in avvio, il Valpolicella si rimette in carreggiata e marca con Saccomani dopo bel multifase, Ymaz dopo una serie di arate da mischia ordinata, Mieres in slalom personale e Filippini da touche. I primi quaranta si chiudono così sul 26-7 per i padroni di casa.
Nella ripresa subito una meta per parte, con Ferro per i polesani e Ferraro per il Santamargherita. Poi progressivamente il ritmo cala, le azioni si fanno discontinue e Badia marca ancora due volte, fino al 31-26 finale. In campo nella ripresa anche due ragazzi dell’Under 18.

Queste le parole dell’allenatore Zanella: “Abbiamo raggiunto l’obiettivo stagionale, e per come si era messa ad inizio stagione è stato un mezzo miracolo. Abbiamo lavorato molto, ai ragazzi non potevo chiedere di più, sono stati davvero bravi. Ora affrontiamo tre partiti con meno tensione, e con la libertà di poter provare altri giovani”.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi