PiazzaRugby

Serie A, Ymaz e Mieres tengono Valpo in testa. Badia respira con Fratini e Canato

Scritto da Manuel Zobbio
Gaston Mieres

Gaston Mieres

Archiviato il passo falso con il Lumezzane, il Valpo mantiene la testa della classifica espugnando il campo di Rubano. Un successo che porta ancora una volta la firma di Juan Ymaz, che continua a segnare almeno una meta a partita, e dell’estremo Mieres, decisivo al piede e sul piano del gioco. Lumezzane mantiene il secondo posto, superando un Vicenza sempre combattivo, che dimostra di valere ben di più della sola salvezza. Molti i punti di un vecchio amico come Lucas Pinna (scoperto in Argentina da Gustavo Morandi e arrivato in Italia proprio grazie a P.R.), ma soprattutto una squadra che ha trovato fiducia e solidità con l’innesto del forte n.8 sudafricano Patrick O’Brien. Da registrare il colpo di coda di Badia, che vince lo scontro diretto con l’ASR e si candida ora ad una salvezza ancora alla portata, vista l’indiscutibile qualità di molti giocatori in rosa. Protagonista il ritrovato talento di Nicolò Fratini, che ha dimostrato di trovarsi perfettamente a proprio agio all’apertura, a fianco del solito ottimo Daniel Faasen. Memorabile hat trick per l’ala Canato.

Serie A – Pool Salvezza II
Patirò Lumezzane – Rangers Vicenza 37-30
Amatori Badia – ASR Milano 41-14
Rubano – S.M.Valpolicella 16-26
Classifica: S.M.Valpolicella 21, Patarò Lumezzane 20, Rangers Vicenza 12, ASR Milano 9, Rubano Rugby 6, Amatori Badia 6


PATARÒ LUMEZZANE V RANGERS VICENZA 37-30
Marcature: pt: 3′ cp Faralle, 8′ cp Pinna, 12′ m. Zaffino tr. Faralle, 15′ cp Pinna, 17′ m. Daglioli tr. Pinna, 22′ m. Faralle tr. Faralle, 26′ m. Zaffino tr. Faralle, 28′ m. Pinna tr. Pinna, 35′ cp Pinna, 38′ cp Faralle. St: 9′ m. Billot tr. Pinna, 29′ mt Lumezzane tr. Faralle, 32′ cp Faralle

LUMEZZANE: Piscitelli, Zaffino, Gabba, Lo- catelli, Costantini R., Faralle, Cittadini (19′ st Costantini D.); Bellandi, Pagani (20′ st Semi- nara), Scotuzzi, Nicol (5′ st Bugatti), Cuello, Aluigi,Zoli,Fazzari(28’stPicciaccia).Allena- tore: Gosling.
VICENZA: Doglioli, Lucchin, Gastaldo, Tonello, De Toni (5′ st Maronato), Pinna, Billot; O’Brien, Santinello, Barbato, Nicoli (11′ st Fracca), Berton, Pogni (17′ st Stanica), Caporello, Furegon. Allenatore: Coppo.
Arbitro: Piran di Padova
Note: cartellini gialli: 20′ st Locatelli. Rossi: 35′ st Cuello e Caporello.
Motm: Zaffino.

Il campo in sintetico del Lumezzane si è rivelato inespugnabile anche per i Rangers. I biancorossi sono usciti sconfitti 37-30 dalla tana dei bresciani che mantengono così il primato dell´imbattibilità nel Pool Salvezza 2. Nonostante il ko, però, il Vicenza ha guadagnato un punto di bonus difensivo per aver perso con 7 punti di scarto. Punto che non è certo da disdegnare almeno per due motivi: il primo, fondamentale, che per ottenere quanto prima la salvezza ogni punto è utile; il secondo, che portare a casa il bottino pieno da Lumezzane è impresa da titani. E non per assolvere o giustificare i ragazzi di Coppo, ma neanche la capolista Valpolicella è riuscita ad avere la meglio sulla compagine di Gosling. Ieri il Badia ha asfaltato Milano 41-14 e il Valpolicella è passato 26-16 a Rubano. I Rangers conservano la terza posizione (12 punti) dietro a Lumezzane (a quota 20) e Valpolicella (21). Alle spalle dei biancorossi Milano a 9 e Rubano e Badia a 6. Fino al 30´ del secondo tempo Vicenza era avanti 30-27 prima di subire una meta tecnica e un calcio piazzato. Un po´ dispiace perché nei fatti capitan Doglioli e compagni hanno tutt´altro che sfigurato. Al 2´ Faralle sblocca il risultato per i padroni di casa, all´8´ risponde Pinna. Prima meta del Lumezzane al 12´ con Zaffino, trasforma Faralle. Al 14´ Pinna infila al calcio tra i pali. Al 17´ prima meta Rangers con Doglioli, Pinna trasforma. Si susseguono poi le mete di Faralle e Zaffino al 23´ e 27´, entrambe trasformate da Faralle. Al 28´ Pinna schiaccia in meta e trasforma. Non solo: piazza tra i pali al 35´. Come Faralle, al 38´. Nella ripresa meta biancorossa al 10´ con Billot, trasforma Pinna: è vantaggio Vicenza. Al 30´ una meta tecnica ribalta il risultato a favore del Lumezzane, che chiude i conti al 35´ col piazzato di Faralle. Nel prossimo turno, in programma il 29 marzo, i Rangers andranno a sfidare in trasferta il Rubano.


 AMATORI BADIA POLESINE – ASR MILANO 41-14
Marcatori: 10’ m Arduin – tf Fratini (7-0); 18’m Fabio Michelotto – tf Fratini (14-0); 25’ m Conti – tf Lazcano (14-7) ; 37’ cp Fratini (17-7); 41’m Canato – tf Fratini (24-7). St: 4’m Canato – tf Fratini (31-7); 16’m Braghin (36-7); 26’m Canato (41-7); 40’ m Conti – tf 10 Lazcano (41-14)
AMATORI BADIA: Giolo, Braghin, Arduin (St 33’ Flagiello), Marco Ferro, Canato, Fratini, Faasen (St 33’ Davin), Cecchetti, Alberto Ferro (St 18’ Lupato), Chimera (28’ Bressello), Fabio Michelotto, Ghirotti, Bordonaro (St 28’ Tellarini), Zorzetto, Colombo (St 28’ Bellettato).
All Roberto Pedrazzi
ASR MILANO: Pegoraro (St 8’Tolotti), Rinaldo, Conti, Capponi, Ragusi (St 13’ Gorietti), Lazcano, Morisi, Stead, Marco Ferrari, Cipolla, Ceruti, Quercioli (St 13’ Corbetta), Simone Ferrari, Lombardi, Nicola Ferrari.
All Massimo Cozzaglio.
Arbitro: Andrea Spadoni (Padova)
GdL: Nicola Franzoi (Mirano), Fausto Mariotti (Ferrara)
Note: St 12’ cartellino rosso Lombardi.
Punti conquistati Amatori Badia 5 – Milano 0
A fine partita Come al solito Pedrazzi ha chiamato i giocatori attorno a sé e Joe McDonnell li ha ringraziati e ha chiuso dicendo: «Guardate bene il tabellone e ricordatevi di questo punteggio (41-14, ndr) perché ci dobbiamo ripetere contro il Lumezzane».
«Sono contento di questa vittoria che era davvero l’ultima spiaggia: se perdevamo non c’erano più prove d’appello. – il commento a caldo di Pedrazzi -. I ragazzi hanno giocato bene con pochissimi errori e molta disciplina e per giunta si sono divertiti e questo è importante. In fondo non abbiamo cambiato nulla nei piani di gioco: le abilità ci sono e stavolta sono state rafforzate da un diverso atteggiamento, come ho già detto, fatto di disciplina e pochi errori. Importante sottolineare che non abbiamo preso nessun giallo. Abbiamo difeso con molta organizzazione senza commettere falli e da due recuperi sono nate due mete; ai nostri avversari abbiamo concesso poco».


ROCCIA RUBANO – VALPOLICELLA 16 – 26
Marcatori: p.t. 5’ c.p. Mercanzin, 12’ m. Ymaz, 20’ c.p. Mercanzin, 25’ m. Saccomani, 28’ m. Musso tr. Mieres, 40’ c.p. Mercanzin; 5’ m. Palandranitr. Mercanzin, 40’ m. Saccomani tr. Mieres
RUBANO: Prati; Gaffo, Russo, Ercolino, Pavan; Mercanzin, Sandonà (16’ st Lazzari); Mozzato, Cucchio, Fiorita (35’ ptPalandrani); Mainardi, Zanin; Cusumano (9’ st Canova), Marchetto (27’ st Masala), Varroto.
Non entrati: Crozzoletto, Targa, Boaretto, Marcato. All. Zulian
VALPOLICELLA: Mieres Valente; Saccomani, Venturini, Franceschini, Pacchera; Damoli (35’ st Ambrosi), Musso; Ymaz, Bianchi (20’ st Plano Canova), Fraccaroli (35’ st Carraro); Mattia Filippini, Matteo Filippini; Ferrari, Savoia (10’ st Ferraro), Momi.
Non entrati: Persi, Nicolis, Baldi, Zardini. All. Zanella
Arbitro: Bertelli di Ferrara
Note: p.t. 9-19. Cartellino giallo: 12’ pt Cusumano, 30’ st Ferrari. Calci: Mercanzin 4/6 (3/5 cp, 1/1 tr); Mierestr 2/4. Punti conquistati in classifica: Rubano 0, Valpolicella 5

Dopo il brutto stop interno contro il Lumezzane, il Santamargherita torna in carreggiata e a Rubano trova la quarta vittoria su cinque partite giocate nel girone di andata della Poule 2 Retrocessione. La classifica parla chiaro, con i giallorossi in testa a quota 21 seguiti dal Lumezzane ad una lunghezza. Dietro, è battaglia aperta tra Milano, Badia e Roccia, e una classifica spaccata non può che fare piacere. Ma torniamo alla partita di Rubano.

I primi punti del match sono dei padroni di casa dalla piazzola, ma al minuto ’12 la perfetta cassaforte del pack del Valpolicella manda in meta Ymaz. Di nuovo i padovani tornano avanti al piede, prima dell’uno-due che tra il minuto ’25 e ’28 manda in meta Saccomani (contrattacco di Mieres e slalom dell’ala giallorossa) e Musso (bella combinazione Momi-Ferrari e il mediano di mischia trovaimpreparate le guardie avversarie direttamente dal breakdown). Il primo tempo si chiude così sul 9-19 per il Santamargherita.

Nella ripresa la squadra di Zanella fatica, il Roccia trova la meta e cercadi rimettersi in gioco. Ma se palla in mano i giallorossi sono poco precisi, in difesa alzano le barricate e i padovani non passano. Apochissimo dal termine Saccomani si avventa sul calcio di Musso, brucia gli avversari e schiaccia la meta che vale il punto di bonus e ilprimo posto in solitaria. Finisce 26-16 per il Santamargherita.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi