PiazzaRugby

Serie A2, Ursache e Thomsen tengono Torino in testa

Scritto da Manuel Zobbio

30 marzo 2014  • Sergiu Ursache alla decima meta stagionaleNel girone 2 le prime vincono tutte, ma non senza fatica. Il Valsugana delle prime linee Carlo Mazzini e Colin Hutton ha vita facile sul Capoterra, ma solo nella ripresa, con l’innesto del colosso scozzese il pack padovano è diventato infatti predominante ed è emersa tutta la qualità nel gioco dei padroni di casa, che hanno così ribaltato un primo tempo chiuso sotto per 18-15, strappando un punto di bonus che vale un punto recuperato su CUS Torino e Badia, che restano comunque in testa.

A dare il successo a Torino nel sentitissimo derby dei CUS, ancora una volta, la premiata ditta UrsacheThomsen. «L’inizio dei padroni di casa è forse il più bello della stagione. Passano solo 40″ e un’intesa Thomsen-Perju-Spaliviero guadagna campo, prima che un calcetto di Jaluf si perda oltre la linea di pallone morto. Si giocano molte touche e i biancoblù le vincono quasi tutte, la pressione tiene gli avversari nei loro 22 metri e al 7′ Thomsen serve in velocità Perju, che smista su Bestetti. “Bazooka” mette il turbo e va a schiacciare. Thomsen trasforma per il 7-0». Poi però sono gli ospiti ad alzare la testa e reagire, riaprendo l’incontro, grazie anche ai numerosi errori del Torino. In inferiorità numerica e sotto 14-12 i padroni di casa hanno ripreso le redini del gioco negli ultimi 20 minuti. «Al 26′ Thomsen al calcio li riporta avanti (15-14). Al 31′ l’apertura sudafricana con un tracciante al piede costringe i rivali all'”in avanti”. Ancora lui al 32′ controlla al volo un calcio avversario e va in percussione, per poi spedire l’ovale all’altezza dei 22 metri ospiti. L’Ad Maiora spinge furente e riesce a tenere sempre la palla in zona d’attacco. Al 36′ una rimessa ai 5 metri è storta e dopo l’inversione Merlino ruba la touche. Ci vorrebbe una meta per non rischiare un eventuale capovolgimento di fronte all’ultimo momento e al 39′ arriva. Su una mischia ai 15 metri a introduzione ligure gli universitari torinesi fanno proprio l’ovale, che esce per Ursache. Il romeno va via di potenza e nessuno lo ferma. Per lui è la decima meta stagionale. Thomsen firma l’addizionale che chiude la sfida (22-14) e apre i festeggiamenti».

Badia vince di misura sul difficilissimo campo di Vicenza e festeggia anche il ritorno in campo di Saif Mhadhbi, talento già nel giro azzurro dopo l’Accademia, ma fermato nelle ultime due stagioni da qualche acciacco di troppo. Il suo ritorno potrà dare una grossa mano in queste ultime giornate, trattandosi di un seconda/terza linea che vale almeno la prima fascia dell’Eccellenza

Molto animata anche la battaglia in coda con Alghero che approfitta del turno di riposo del Prato Sesto, per portarsi a +3, un solo punto in meno dei cugini/rivali del Capoterra. Un punto che potrebbe valere  la salvezza per Aiono e compagni. Questo mentre il CUS Perugia raccoglie punti importanti contro Gran Sasso, portandosi a +8. Gli abruzzesi, forti del bonus difensivo, restano invece a +11 a quattro giornate dal termine della stagione. Questo mentre restano bloccati a fondo classifica Benevento, a cui non è riuscito il colpaccio in Sardegna, per cui si avvicina la retrocessione diretta in B, e il CUS Genova, che si è visto privare del bonus difensivo all’ultimo minuto, proprio dal piede di Martin Thomsen.

Serie A – Girone B – XVIII giornata – 30.03.14 – ore 15.30

Valsugana Padova v Amatori Capoterra,58 – 28 (5-0)
Cus Perugia v Gran Sasso, 22 – 16 (4-1)
Cus Torino v Banco di San Giorgio Cus Genova, 22 – 14 (4-0)
Novaco Alghero v Rugby Benevento, 35 – 27 (5-0)
Rangers Vicenza v Zhermack Badia, 20 – 22 (1-4)
Riposa: Prato sesto.

Classifica: Cus Torino e Amatori Badia punti 54; Valsugana Padova punti 52; Rangers Vicenza punti 48; Gran Sasso punti 43; Cus Perugia punti 40; Capoterra punti 33; Alghero punti 32; PratoSesto punti 29; Cus Genova punti 27; Benevento punti 17.

VALSUGANA PADOVA – AMATORI CAPOTERRA 58-28 (Pt.15-18)
Marcatori: 3′ mt Pirastu tr Anversa, 18′ mt Dell’Antonio tr Favaretto, 23′ cp Anversa, 28’cp Anversa, 32’mt Codo, 37’mt Roden, 40’cp Favaretto, 41’mt Dell’Antonio tr Favaretto, 46’mt Catelan, 56’mt Ferro tr Favaretto, 61’cp Roden, 64’cp Anversa, 66’mt Grigolon tr Roden, 68’mt Piazza tr Roden, 74’mt Sainas tr Anversa, 80.mt Mischia Valsugana tr Roden.
Valsugana: Roden, Ferro (65′ Mamprin), Dell’Antonio, Pauletti, Frezza (50′ Rigo), Favaretto (68′ Ferro), Memo (44′ Piazza), Catelan (50′ Grigolon), Luxardo (65′ Minante), Rizzo, Scapin, Girardi, Boccalon (41′ Hutton), Pivetta (60′ Masala), Mazzini (57′ Paparone).
A disposizione: Masala, Paparone A., Hutton, Grigolon, Minante, Rigo, Piazza, Mamprin. All. Battistin – Toni.
Capoterra: Aru, Pirastu (47′ Ambus), Baire, Panetti, Buosmina, Anversa, Queirolo (72′ Cauli), Anouer (36′ Fantuz), Busser, Pinna (61′ Peddio), Coetzee (61′ Ferrentino), Sainas, Poloni, Codo, Singh.
A disposizione: Garau, Thione, Peddio, Fantuz, Ferrentino, Baire, Cauli, Ambus. All. Queirolo.
Arbitro: Righetti (VR)
Ammoniti: 28′ Scapin, 31′ Rizzo e Sainas, 53′ Poloni.
Calci: Favaretto 4/6 (9 punti) (cp 1/2, tr 3/4, dr 0/0), Anversa 5/6 (13 punti) (cp 3/3, tr 2/3, dr 0/0), Roden 4/4 (9 punti) (cp1/1, tr 3/3, dr 0/0).
Punti conquistati in classifica: Valsugana Rugby Padova ª – Amatori Rugby Capoterra 0
Note: spettatori 400 circa, campo in ottime condizioni, infortuni ad Anouer (ginocchio).

BARTON CUS PERUGIA – GRAN SASSO 22-16 (14-3)
Marcatori – Pt: 12′ m. Masilla (5-0), 29′ cp Faralle (8-0), 33′ cp Sebastiani (8-3), 35′ cp Faralle (11-3), 39′ cp Faralle (14-3). St: 3′ cp Faralle (17-3), 10′ cp Banelli (17-6), 17′ m Magi (22-6), 30′ m Anibaldi (22-11), 40′ m Mancini (22-16).
Barton Cus Perugia: Gioè (25’st Franzoni), Sportolari, Masilla, Biancaniello, Magi, Faralle, Michel, Davey, Ferraris, Mariottini (5’st Giorgetti), Pierini, Nicolli (10’st Renetti), Di Vito, Zorzetto (10’st Cappetti), Russo (20’st Biondi). A disp.: Macchioni, Lamanna, Milizia. All.: Andrea Tagliavento.
Gran Sasso: Pallotta, Guardiano, Giampietri (5’st Mancini), Pelliccione, Sebastiani, Banelli (5’st Anibaldi), Brandizzi, Pattuglia (5’st Cipriani), Parisse (36’pt Tremante), Giammaria (10’st Mistichelli), Mancini,
Vaggi, Mandolini (35’st Rotilio), Iezzi (10’st Mannucci), Sacco (20’st Ciancanella). All.: Pierpaolo Rotilio.
Arbitro: Belvedere di Roma

CUS TORINO – CUS GENOVA 22-14 ( 7-11)
Marcatori: primo tempo: 7′ meta Bestetti, trasf. Thomsen (7-0); 8′ c.p. Sandri (7-3); 20′ meta Pallaro (7-8); 43′ c.p. Sandri (7-11). Secondo tempo: 1′ meta Civita (12-11); 20′ c.p. Pescetto (12-14); 26′ c.p. Thomsen (15-14); 39′ meta Ursache, trasf. Thomsen (22-14).
CUS Torino: Monfrino, Civita, Bestetti, Perju, Murgia, Thomsen, Jaluf (21′ st Carlalberto Lo Greco), Ursache, Spaliviero, Alparone (20′ pt Sebastiano Lo Greco), Malvagna, Merlino, Iacob (33′ st Nicita), Lo Faro (6′ st Martina), Modonutto (27′ st Montaldo). A disposizione: Marchisio, Vincenzo Listone, Falcetto. All.: Regan Sue
CUS Genova: Gregorio, Salerno, Sandri (27′ st Serpico), Dapino, Barani, Pescetto, Garaventa, Bertirotti, Imperiale, Barry, Gerli (14′ st Maccari), Sotteri, Espasa, Pallaro, Avignone (25′ st Riccobono). A disposizione: Datti, Casaleggio, Cadeddu, Del Terra, Bedocchi. All.: Stefano Bordon
Arbitro: Diego Bono (Brescia)
Assistenti: Francesco Pulpo e Salvatore D’Amico (Brescia)
Ammonizioni: 25′ pt Bestetti (CUS Torino), 20′ st Monfrino (CUS Torino) Punti conquistati: CUS Torino 4, CUS Genova 0.

NOVACO ALGHERO – RUGBY BENEVENTO, 35 – 27 (17-3)
Marcatori: 20 cp peens; 30 Mt tecnica Alghero tr Peens; 32 Mt Daligios tr Peens; 40 cp Meaney; II° Tempo: 42 Mt Casillo tr Meaney; 52 Mt Solinas; 60 Mt Quarto tr Meaney; 62 Mt Garner tr Meaney; 65 cp Meaney; 70 Mt tecnica Alghero tr Peens; 75 cp Peens; 80 cp Peens.
Alghero: Lorenzini, Solinas, Daga, Deligios, Pesapane (10 peana A. (60 Peana F.), Peens, Rotella, Aiono, Leota, Usai, Celerino, Paco, Bonetti, Paddeu, Carloni. All.: Achille Bertoncini.
Benevento: Esposito, Altieri, Ciarla (53 Piscopo), Verdicchio, Casillo, Meaney, Botticella, Garner, Quarto, Passariello, Fragnito D., Ceglie (57 Maniglia), Santosuosso, Grieco, Bosco, All. Gramazio A.

RANGERS RUGBY VICENZA – AMATORI RUGBY BADIA ASD: 20-22 (13-0)
Marcatori: p.t. 12’ cp. Strumpher (3-0); 17’ m. De Toni (8-0); 21’ m. Masi (13-0); s.t. 7’ cp. Lijtenstein (13-3); 24’ m. Michelotto D. tr. Lijtenstein (13-10); 28’ m. tec. tr. Lijtenstein (13-17); 38’ s.t. m. Cenghialta tr. Strumpher (20-17); 47’ m. Alberghini (20-22).
Rangers Rugby Vicenza: Strumpher, De Toni (32’ s.t. Gastaldo), Herenù, Tonello F., Iotti (38’ s.t. Bonuomo), Doglioli, Masi, Torregiani, Santinello, Stanica (9’ s.t. Pelizzari), Fracca, Meggiolaro (38’-40’ p.t. temp. Pelizzari), Furegon (32’ s.t. Amura), Cenghialata, Pogni (1’ s.t. Barbato).
All. Serventi Gabelli Gianni.
A disposizione: Boscolo, Lucchin, Nicoli.
Amatori Rugby Badia ASD: Zarattini, Braghin, Ferro M. (33’ s.t. Tinazzo), Aretusini, Sgarbi, Alberghini, Lijtenstein, Pavan, Ferro A, Maccan (36’ s.t. Mhadhbi), Michelotto D. (30’ s.t. Moro), Brizzante (1’ s.t. Michelotto F.), Tellarini (17’ s.t. Bellettato), Masiero (1’ s.t. Fagnani), Colombo.
All. Pedrazzi Roberto.
A disposizione: Pedrazzi, Davin.
Arbitro: Pennè Stefano (Milano).
G.d.l.: Strullato Alessandro, Pretoriani Andrea.
Cartellini: 23’ s.t. giallo Furegon (Rangers Rugby Vicenza); 28’ s.t. giallo Torregiani (Rangers Rugby Vicenza).
Man of the Match: Fracca (Rangers Rugby Vicenza).
Calciatori: Strumpher (Rangers Rugby Vicenza) 2/5; Lijtenstein (Amatori Rugby Badia ASD) 3/5.
Note: Tempo sereno, campo in ottime condizioni. Stadio Comunale 400/425 Spettatori.
Punti conquistati in classifica: Rangers Rugby Vicenza 1; Amatori Rugby Badia ASD 4.
Classifica Aggregata: Rangers Rugby Vicenza 48; Amatori rugby Badia ASD 54.

Prossimo Turno domenica 6 aprile 2014: Capoterra – Alghero; Cus Genova – Valsugana; Amatori Badia – Cus Perugia; Benevento – PratoSesto; Vicenza – Cus Torino. Riposa: Gran Sasso.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi