PiazzaRugby

Sono i Lyons i campioni d'Italia (Serie A)

Scritto da Manuel Zobbio

Lyons Piacenza • Campioni d'Italia Serie A 2015Al termine di 80 minuti molto equilibrati, sono i Lyons piacentini a festeggiare la promozione nella Top 10 del rugby italiano. Decisivo un finale del match che ha visto i Lyons mettere maggior pressione ai liguri, rompendo un sostanziale equilibrio durato per tutto il primo tempo. Bast Agniel (14 punti per lui) e Mortali si sono infatti tenuti a lungo testa al piede, fino alla mezzora, quando Recco va in meta con l’ala Neri, imbeccato da un bel calcetto all’ala di Agniel e bravo a sfruttare la fisicità nell’uno contro uno contro l’avversario diretto. Il pari allo scadere, ma all’inizio ripresa è Recco che prova a fiaccare la difesa emiliana, ottenendo due piazzati che Agniel non sbaglia. Il 19-13 e la maggior solidità del pack ligure vista per gran parte dell’incontro, però non bastano. Decisiva la meta di Larsen, mentre nel finale Recco nella foga di recuperare, finisce col concedere due falli di troppo, venendo castigato dal piede di Mortali. Finale 26-19 per i Lyons, che conquistano sul campo il titolo di campioni d’Italia Serie A, un anno dopo la finale di Parma.

Aircom Pro Recco – Sitav Rugby Lyons 19 – 26
Marcatori: 10′ cp Agniel (0-3), 19′ cp Mortali Mi. (3-3), 24′ cp Agniel (3-6), 28′ cp Mortali Mi. (6-6), 32′ mt Neri tr Agniel (6-13), 37′ mt Albertin tr Mortali Mi. (13-13). Secondo Tempo: 43′ cp Agniel (13-16), 52′ cp Agniel (13-19), 60′ mt Larsen tr Mortali Mi. (20-19), 69′ cp Mortali Mi. (23-19), 80′ cp Mortali Mi. (26-19)
Aircom Pro Recco: Gonzales, Neri, Tassara, Torchia (67′ Cinquemani), Becerra, Agniel, Villagra, Cacciagrano, Salsi, Giorgi, Orlandi, Metaliaj (46′ Vallarino), Tenga, Noto, Cafaro.
A disp.: Rapone, Bedocchi, Massone, Vallarino, Rosa, D’Agostini, Tagliavini, Cinquemani.
Sitav Rugby Lyons: Rossi M., Amadasi (Bassi), Subacchi, Mortali Mi., Albertin, Zucconi, Colpani (53′ Cammi), Larsen, Bance (Benelli) Zilocchi, Fornari (Tarantini), Baracchi, Staibano (Paoletti), Silvestri, Ferri (67′ Vitiello).
A disp.: Gherardi, Soffientini

Il racconto della partita (fonte Lyons). Sul campo Zaffanella di Viadana i Lyons hanno superato la Pro Recco al termine di una splendida partita che ha visto le due formazioni sfidarsi alla pari per ottanta minuti. I bianconeri hanno così conquistato il titolo di Campioni d’Italia di serie A e sono tornati nella massima serie del campionato italiano di rugby dopo ben 22 anni (dalla stagione 1992/93). Un risultato storico per i leoni piacentini che hanno disputato, forse, la più bella partita della stagione. Ottima anche la prestazione della Pro Recco, vero avversario dei Lyons da ormai tre stagioni, capace di giocare uno straordinario incontro. Ed erano stati proprio i liguri a gestire il match fin dai minuti iniziali: solidi e tenaci non hanno concesso nulla ai Lyons che erano invece costretti ad inseguire. Prima 3-0 poi 6 a 3 e addirittura 13 a 6, grazie alla meta di Neri a meno di dieci minuti dalla fine del primo tempo. A rimettere i giochi in parità ci ha pensato però un grandissimo Filippo Albertin che ha segnato tra i pali permettendo a Mortali una semplice trasformazione. Il primo tempo si era quindi concluso con le due squadre in perfetta parità e con un verdetto rimandato alla seconda frazione di gioco. Nella ripresa era ancora la Pro Recco ad allungare sfruttando le indiscipline bianconere e il quasi infallibile piede di Agniel. A venti minuti dalla fine la Pro Recco conduce ancora per 19 a 13 quando Travis Larsen, eletto Man of the Match alla fine dell’incontro, segna la seconda meta dei bianconeri: Mortali trasforma e i Lyons passano in vantaggio per la prima volta. Da questo momento è cominciata un’altra partita: i Lyons sicuri di sé e del proprio gioco hanno spinto sull’acceleratore, mentre il gioco dei liguri perdeva di efficacia scontrandosi contro la granitica difesa orchestrata da Larsen, Benelli, Zilocchi e Fornari oggi, insieme a Bance, veri maestri del placcaggio. La Pro Recco è stata quindi costretta al fallo in due occasioni e i Lyons hanno potuto allungare chiudendo la sfida sul definitivo 19 a 26. Onore alla Pro Recco, capace di onorare fino in fondo la finale e sfiorando la vittoria. I bianconeri per la prima volta nella loro storia vincono una finale in partita secca tornando nella massima serie del rugby italiano dopo 22 anni.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi