PiazzaRugby

Top10, Durandt Gerber fa la differenza

Scritto da Manuel Zobbio

Durandt GerberLa Ima Lazio regola nella ripresa l’Aquila Rugby Club superandola per 26-18. Mattatore di giornata il mediano d’apertura sudafricano Durandt Gerber, un ex autore di 11 punti e dell’ennesima prova da incorniciare, che gli è valsa il titolo onorifico di man of the match. Nonostante il risultato, l’IMA Lazio ha sofferto molto l’Aquila Rugby Club, che a sua volta lamenta un arbitraggio giudicato “troppo casalingo”. Emozionante la sfida tra i n.12 GerberGiulio Forte, entrambi impiegati come secondo playmaker, con il giovane catanese che ha permesso ai neroverdi abruzzesi di restare in partita, con i punti al piede innanzitutto, ma soprattuto dettando i tempi del gioco, tanto che la squadra è diventata ancor più pericolosa nella ripresa, quando è stato spostato in cabina di regia, giostrando da apertura. Positiva anche la prova di Alessio Cocchiaro a tallonatore, prova macchiata da un giallo decisivo per l’equilibrio del match, giallo frutto di un’interpretazione arbitrale scorretta: «Due giocatori della Lazio si sono scontrati – ha spiegato lo stesso Alessio – uno dei due è caduto sopra di me in un raggruppamento. A seguito dello scontro si teneva le mani al volto e il guardalinee, a torto, ha creduto che l’avessi deliberatamente colpito con un piede nel tentativo di liberarmi». Un qui pro quo che pesa sul risultato finale, ma non macchia una prova di carattere del tallonatore, sempre più padrone di una maglia pesante come la n.2 aquilana.

L’Aquila ha così dimostrato di essere venuta a Roma per fare il bottino pieno.Partita molto combattuta al Giulio Onesti, con  la formazione ospite  che apre le marcature al 5′ con un calcio piazzato di Forte, al quale al 13′ risponde il centro laziale  Nathan  fissando il punteggio sul 3 a 3. Al 22′ L’Aquila di nuovo in vantaggio con la marcatura di Lofrese, che sfrutta un errore della difesa biancoceleste. La Lazio reagisce subito e dopo numerose sortite nella metà campo avversaria riesce a segnare grazie ad una meta tecnica trasformata ancora da Nathan chiudendo il primo tempo sul 10 pari. Nella seconda frazione di gioco la Lazio parte subito forte con un drive concretizzato da Filuppuvvi e trasformato da Gerber.  Al 47′ Forte accorcia ancora le distanze per gli ospiti  fissando il punteggio sul 17 a 13.  Sette minuti dopo è Gerber ancora a centrare i pali portando il punteggio sul 20 – 13.  Al  69′ L’Aquila ancora in meta con Santillo sull’out di destra, con un’ azione insistita degli abbruzzesi,  ma Forte non riesce a trasformare  da posizione decentrata. Al  76′ e all’80’ è ancora il man of the match di giornata  Durandt Gerber  a  firmare l’allungo della squadra di casa fissando il punteggio sul definitivo 26 a 18 .

Roma, “Giulio Onesti” sabato  11 ottobre 2014.
IMA LAZIO RUGBY 1927 – L’AQUILA RUGBY CLUB  26 – 18  (10-10)
IMA Lazio Rugby 1927 : Lo Sasso  , Di Giulio ( 78’Giancarlini) , Nathan (55′ Iacolucci ) , Gerber , Bruno , Bruni , Martinelli , Padro’ , Riccioli (cap) , Filippucci , Devodier (80′ Ventricelli ) , Damiani , Vannozzi (55′ Pepoli ) , Lupetti (63′ Daniele )  , De Gregori (68′ Pietrosanti ).  A disposizione :  Gentile , Fratalocchi
L’Aquila Rugby Club: Santillo , Palmisano (71′ Panetti)  , Mattoccia , Forte , Ferrini , Matzeu , Picone (cap) (47′ Leone), Ceccarelli (67′ Boccardo), Lofrese , Catelan (65′ Di Cicco) , Cialone(67′ Gorla)  , Flammini , Iovenitti (41′ Brandolini) , Cocchiaro , Subrizi (41′ Milani).  A disposizione :Fagnani ,
Marcatori : 5′ c.p. Forte , 13′ c.p.Nathan , 22′ m. Lofrese tr. Forte ,40′ m.tecnica Lazio tr. Nathan , 46 m . Filippucci tr. Gerber , 48′ c.p. Forte , 55′ c.p. Gerber  , 69 m. Santillo , 76′ c.p. Gerber , 80′ c.p. Gerber .
Arbitro : Liperini  , giudici di linea : Meconi , Iavarone . Quarto uomo : Cennini
Cartellini :  giallo Cialone e Cocchiaro (L’Aquila Rugby Club)
Note : campo in perfette condizioni , spettatori 1000 ca
Man of the match : Durandt Gerber (IMA Lazio Rugby)

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi