Italia Serie A

Udine ancora incompleta

Scritto da Manuel Zobbio

«La nostra squadra è imbottita di giovani, ma ha lo spirito giusto» così il tecnico Dalla Nora ha commentato la sconfitta con Verona al MessaggeroVeneto. «Non mi spavento: so fare il mio lavoro, basta che remiamo tutti nella stessa direzione». Insomma non sarebbe la qualità a mancare e nemmeno la voglia. «L’impegno non è in discussione, si vede sul campo. I giocatori, pero, – spiega ancora Dalla Nora- non si fidano ancora del progetto di gioco. Così si tenta di risolvere le partite singolarmente e si perde la qualità del gruppo».

La squadra però non è ancora al completo e la società continua a sondare il mercato in cerca di un estremo e di un numero otto, comunitari e di qualità, perché altrimenti proseguirà la politica di continuare a puntare sui giovani del proprio vivaio. In molti infatti in estate sono arrivati in prova, ma la scelta è stata quella di non confermare elementi in grado di dare poco di più rispetto alla rosa già presente.

«Non è facile trovare giocatori alle nostre condizioni – ha ammesso intanto oggi sullo stesso quotidiano il gm Claudio Ballico -, ma sto lavorando sul mercato. Per quanto riguarda la partita di domenica, posso dire che hanno pesato alcune giocate egoistiche. Sotto di qualche punto, anziché ragionare, ognuno ha cercato di risolvere da solo la partita per aiutare gli altri, ma sbagliando. A parte questo, devo ringraziare il meraviglioso pubblico che ci ha sostenuti: caloroso e numeroso. E un grazie speciale alle Aquile, che sono venute a tifare per noi e ci hanno consegnato la loro maglia».

«Verona ha fatto bene solo due cose e ci ha messo in difficoltà; lavoriamo da oltre un mese e mezzo e la testa non è “accesa” quando dovrebbe esserlo – ha quindi ribadito Federico Dalla Nora -. In allenamento tutto funziona, poi ci vuole la personalità individuale. I nuovi innesti hanno bisogno di tempo per inserirsi e non va dimenticato che arrivano da culture rugbistiche diverse e fare coesistere diversi sistemi di gioco non è sempre automatico».

Sul fronte mercato intanto è arrivato dall’Inghilterra il no dell’internazionale Under 20 scozzese Chris Thomson, intenzionato a vivere un’esperienza in Italia, ma costretto a rimandare il tutto alla prossima stagione a causa degli impegni universitari. La prestigiosa Loughborough University – per il cui stesso club gioca nella seconda divisione nazionale inglese – infatti non gli avrebbe concesso di sostenere esami da non frequentante, perdendo di fatto un anno di studi. Si parla così di un numero 8 italo-argentino d’esperienza e curriculum, in arrivo dalla Féd.1 francese.

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi