Italia Rugby Internazionale

Undici cambi per l'Italia contro la Scozia

Nick Mallett, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che sabato sera affronteràla Scozia al Murrayfield Stadium di Edinburgo nel secondo ed ultimo test prima della partenza perla Nuova Zelanda dove, a partire dal 9 settembre, si disputerà la settima edizione della Rugby World Cup.

L’incontro verrà trasmesso in diretta alle ore 18.00 italiane su La7 e Sky Sport 2HD.

Undici le modifiche apportate dal CT alla formazione titolare rispetto al XV iniziale che sabato scorso, al “Manuzzi” di Cesena, ha superato il Giappone per 31-24 nella prima uscita stagionale.

Tra i trequarti conserva il posto da titolare, all’ala, il solo Tommaso Benvenuti mentre Andrea Masi torna ad indossare la maglia numero quindici di estremo con cui in marzo aveva lasciato il campo proprio nella capitale scozzese dopo soltanto mezzora di gioco per un problema muscolare. Completa il triangolo allargato, dopo essere rimasto a riposo contro il Giappone, Mirco Bergamasco in maglia numero undici, mentre la coppia di centri è quella della vittoriosa partita di marzo controla Franciacon Gonzalo Garcia primo centro e Gonzalo Canale secondo.

Anche la mediana è quella vista dal primo minuto al Flaminio il 12 marzo in occasione della vittoria nel Trofeo Garibaldi, con Luciano Orquera all’apertura e Fabio Semenzato a fare da tramite tra avanti e trequarti nel ruolo di mediano di mischia.

In terza linea, con Sergio Parisse al cap numero settantanove – il trentesimo da capitano – trovano spazio dal primo minuto Robert Barbieri e Paul Derbyshire, mentre in seconda linea fa il proprio esordio dal primo minuto, a 32 anni, Cornelius Van Zyl: con lui in coppia Carlo Del Fava, pienamente ristabilito dai problemi al plesso brachiale della scorsa settimana.

Una sola novità in prima linea, dove Martin Castrogiovanni – ristabilito da un attacco influenzale – torna titolare della maglia numero tre e conquista la settantottesima presenza azzurra dividendo il reparto con il vice capitano Leonardo Ghiraldini e con Andrea Lo Cicero, all’apparizione internazionale numero ottantotto.

In panchina trova ancora posto il giovane tallonatore Tommaso D’Apice, visto in campo nei minuti finali contro il Giappone. Insieme a lui il pilone Lorenzo Cittadini, il seconda linea Marco Bortolami, il flanker Alessandro Zanni, una mediana di riserva con Pablo Canavosio e Riccardo Bocchino e Matteo Pratichetti in grado di garantire copertura sia per i centri che per le ali.

L’Italia affrontala Scoziaper la diciottesima volta: il bilancio, dal 1996 ad oggi, è di sei vittorie azzurre ed undici affermazioni degli highlanders, otto delle quali in casa, due in trasferta ed una in campo neutro, a Saint Etienne, durante i Mondiali di “Francia2007”.

Per l’Italia cinque vittorie interne ed una sola, datata 24 febbraio2007, incasa degli scozzesi per 17-37.

Le due Nazionali si affrontano per la seconda volta in un test pre-Mondiale: il 23 agosto del 2003, sempre a Murrayfield, gli scozzesi vinsero per 47-15. L’ultimo precedente è invece del 19 marzo scorso, match conclusivo dell’RBS 6 Nazioni, sempre ad Edinburgo: in quell’occasionela Scoziaribaltò il 6-8 del primo tempo imponendosi per 21-8 sugli Azzurri.

La direzione di gara del match è affidata a Dave Pearson, inglese, che arbitra l’Italia per la settima volta in carriera: il bilancio per gli Azzurri, con il fischietto britannico in campo, è di tre vittorie – una delle quali, nel2010 aRoma, proprio controla Scozia– e di altrettante sconfitte.

15 Andrea MASI (MPS Aironi, 60 caps)

14 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 7 caps)*

13 Gonzalo CANALE (Clermont-Auvergne, 67 caps)

12 Gonzalo GARCIA (Benetton Treviso, 21 caps)  

11 Mirco BERGAMASCO (Racing-Metro Paris, 81 caps)

10 Luciano ORQUERA (MPS Aironi, 23 caps)

9 Fabio SEMENZATO (Benetton Treviso, 4 caps)

8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 78 caps) – capitano

7 Robert BARBIERI (Benetton Treviso, 14 caps)

6 Paul DERBYSHIRE (Benetton Treviso, 11 caps)

5 Cornelius VAN ZYL (Benetton Treviso, 1 cap)

4 Carlo Antonio DEL FAVA (MPS Aironi, 52 caps)

3 Martin CASTROGIOVANNI (Leicester Tigers, 77 caps)

2 Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 38 caps)

1 Andrea LO CICERO (Racing-Metro Paris, 87 caps)

a disposizione

16 Tommaso D’APICE (MPS Aironi, 1 cap)*

17 Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 5 caps)

18 Marco BORTOLAMI (MPS Aironi, 85 caps)

19 Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 53 caps)

20 Pablo CANAVOSIO (Cammi Calvisano, 37 caps)

21 Riccardo BOCCHINO (Estra I Cavalieri Prato, 7 caps)*

22 Matteo PRATICHETTI (MPS Aironi, 23 caps)

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato” di Tirrenia

 

Le dichiarazioni di Mirco Bergamasco

La Nazionale ItalianaRugby ha fatto il proprio arrivo nel primo pomeriggio ad Edinburgo, dove sabato (ore 18.00, diretta La7/Sky Sport 2HD) affronteràla Scozianel secondo ed ultimo test match estivo in preparazione ai Mondiali neozelandesi del prossimo settembre.

Archiviata la vittoria con il Giappone di sabato scorso a Cesena, da cui gli Azzurri sono partiti questa mattina, tutte le attenzioni sono inevitabilmente rivolte alla sfida di Murrayfield dove l’Italia torna dopo la sconfitta per 21-8 del marzo scorso nel turno conclusivo dell’RBS 6 Nazioni 2011.

“E’ l’ultima verifica, l’ultima possibilità per capire a che livello siamo – ha detto Mirco Bergamasco incontrando la stampa presso il Marriott Hotel che ospita gli Azzurri durante le trasferte scozzesi – e soprattutto per farci capire dove possiamo, vogliamo arrivare”.

“In questi quattro anni con Nick Mallett in panchina credo si sia fatto un grande lavoro per preparare i Mondiali che stanno per cominciare – ha dichiarato l’ala e piazzatore azzurro, quinto marcatore all-time con la maglia della Nazionale – e penso di poter dire che tutti, dalla FIR allo staff tecnico, hanno dato il 100% per arrivare al meglio a questo appuntamento. Adesso tocca a noi giocatore entrare in campo e decidere quello che vogliamo fare. Comunque – prosegue il ventottenne trequarti padovano del Racing-Metro di Parigi – per ora rimaniamo concentrati sulla partita di sabato, fondamentale per trovare la massima fiducia in vista dei Mondiali, dove vogliamo raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

“La Scoziaè una squadra che per certi aspetti ci somiglia, è fisica, ha voglia di giocare, a volte pecca in certi dettagli del gioco. Noi, come loro, dovremo fare la partita perfetta per fare risultato: a Cesena sabato scorso era caldo e umido, qui è molto più freddo, anche l’aspetto meteorologico avrà un proprio ruolo nella scelta del piano di gioco” ha detto il minore dei fratelli Bergamasco. 

Dall’Ufficio Stampa FIR

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi