Benetton Treviso

NIENTE DA FARE PER IL TREVISO A DUBLINO

Continua a farsi attendere la prima vittoria all’estero in Magners League del Benetton Treviso, sconfitto a Dublino dal Leinster, finalista della scorsa edizione della manifestazione celtica.
D’altronde quello della Royal Dublin Society non era il test più semplice per ottenere l’obiettivo, visto che il XV di Franco Smith ha sinora ottenuto l’unica vittoria lontano dalle mura amiche solamente a Viadana l’ultimo dell’anno per un punto, mentre Leinster non perde in casa nella regular season dal settembre 2008 contro Munster.
Le scelte obbligate e le difficili condizioni di formazione hanno, poi, fatto il resto, consentendo ai padroni di casa una vittoria per 30-5.
Parte male il Benetton ed il vantaggio è per i padroni di casa con un calcio piazzato al 7′ di Isa Nacewa, estremo figiano alla prima da capitano del Leinster.
Al 10′ Willem De Waal prova a pareggiare il conto, ma fallisce un tentativo dalla distanza. Solo un minuto più tardi un tenuto di Joe Maddock viene punito da Nacewa con un altro piazzato per il 6-0.
Sempre capitan Nacewa si ripete anche al 15′ aumentando ulteriormente il divario. De Waal non riesce ad imitarlo nemmeno al 21′ e si resta sul 9-0.
Al 26′ i trequarti dei Leoni si mettono in evidenza con una bella azione che libera Ben De Jager, che comunque viene placcato fuori da Ryan.
Al 28′, però, dopo un calcio di liberazione di Ezio Galon, il Leinster sfrutta nel migliore dei modi la rimessa laterale, con McKinley che finta l’interno e penetra la difesa, servendo poi l’accorrente Kearney dopo aver fissato Ludovico Nitoglia.
Per il trequarti è tutto facile e arriva così anche la prima meta della partita in favore della formazione irlandese.
Al 34′ i biancoverdi reagiscono con un buono spunto personale di Joe Maddock che serve poi Marco Filippucci che arriva a schiacciare in bandierina, ma arbitro e tmo ravvisano un passaggio in avanti.
Sul finire della prima frazione di gioco, Antonio Pavanello e compagni ci provano con il maul avanzante e con i pick and go degli avanti, che portano in meta la squadra ospite, con la seconda marcatura consecutiva del flanker Gonzalo Padrò.
Il parziale si chiude così sul 16-5.
La ripresa non si apre nel migliore dei modi con un bel break centrale del Leinster e i placcaggi deficitari dei giocatori del Benetton che liberano lo spazio per Nacewa e Kearney per creare l’occasione per la prima meta di McKinley con la maglia blu.
Nessuna grossa emozione, poi, per i venti minuti successivi, con il Leinster che si segnala per una buona conquista in mischia e la decisione di insistere col pacchetto anche da calcio di punizione e il Benetton che prova a resistere e ripartire.
Al 27′ la difesa biancoverde rischia di subire la terza meta della serata, con O’Malley che fa il break e ricicla all’ultimo per Kearney, placcato da Michele Sepe a pochi passi dalla linea di meta.
Passano pochi minuti e di nuovo un buco centrale nella difesa trevigiana apre le porte a Madigan per creare lo spazio giusto in attacco.
Boss fa uscire velocemente palla per Toner che serve poi Strauss. Il tallonatore rompe un placcaggio e vola verso la meta. Decisivo diventa l’ultimo placcaggio di Marco Filippucci, che costringe l’avversario ad un difficile riciclo per Kearney che segna alla bandierina, ma proprio l’off-load è in realtà in avanti.
Nel finale, Leinster insiste per ottenere anche la terza meta e riesce a raggiungere lo scopo in pieno recupero, con un passaggio largo di Madigan, spostato con un tocco di dita da Morris, appena entrato, che riesce a scavalcare Andrea Marcato e a servire Conway per la marcatura pesante.
Nacewa conclude la prima giornata da leader dei suoi con un perfetto record di sei su sei. Il Benetton torna a Treviso con una sconfitta per 30-5 e senza punti all’attivo.

LEINSTER – TREVISO 30 – 5 (p.t. 16-5)

Leinster: Nacewa; Conway, O’Malley, Sheridan, D. Kearney; McKinley (st 20′ Madigan), Boss (st 39′ Morris); Keogh (pt 37′ Ruddock), D. Ryan, McLaughlin; Toner, O’Donoghue (st 21′ P. Ryan); Wright (st 1′ Newland), Strauss (st 35′ Harris-Wright), Van Der Merwe (st 23′ McGrath). A disp.: O’Donohoe. All. Schmidt.

Treviso: Maddock; Sepe, Galon, Vilk, De Jager; De Waal (st 20′ Marcato), Nitoglia; Filippucci, Padrò (st 11′ E. Pavanello), Vermaak; Van Zyl, A. Pavanello; Fernandez Rouyet (st 24′ Muccignat), Ceccato (st 11′ Sbaraglini), Rizzo (st 11′ Di Santo). A disp.: Sutto, Pratichetti, Picone. All. F. Smith.

Marcatori: pt 7′, 11′ e 15′ Nacewa p.; 28′ D. Kearney meta tr. Nacewa; 41′ Padrò meta; st 6′ McKinley meta tr. Nacewa; 41′ Conway meta tr. Nacewa.

Arbitro: Hennessy della Federazione Gallese.

Cartellino giallo a Van Zyl (st 15′);
Man of the match: Ian McKinley (Leinster);
Calciatori: Benetton Treviso (De Waal 0/3), Leinster (Nacewa 6/6);
Punti in classifica: Leinster 4, Benetton Treviso 0.
Spettatori 15.000 circa

Dal sito del Treviso

Biografia

Manuel Zobbio

Marketing Communication Manager presso Zani Serafino, azienda storica del cookware e del design made in Italy. Un master di specializzazione del Management dell'Atleta. E' con Marco Martello il referente italiano di Digidust Sport, primaria agenzia internazionale di marketing e sport management specializzata nel rugby.
Co-Fondatore di RugbyMercato.it e anima di PiazzaRugby.it dal 2009, ha fatto parte della redazione del mensile Rugby! magazine, del settimanale lameta e di MondoRugby.com, collaborando anche con l'European Rugby Cup.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi